Google ha recentemente approvato un progetto che prevede il cablaggio di alcune città americane con la propria fibra ottica, Google Fiber, garantendo una velocità molto elevata (si parla di Gigabit) ed un prezzo pari a 70$ al mese, relativamente basso se rapportato al servizio offerto.

A prima vista Google Fiber sembrerebbe uno dei tanti sperimenti condotti da Google, in particolare un test per verificare cosa accadrebbe se tutti potessero disporre di velocità di connessione elevatissime. In realtà Google Fiber non ha nulla a che vedere con tutto questo, stando alle parole di Milo Medin, vice presidente Google della divisione servizi di accesso alla rete, questa frontiera rappresenta un nuovo modo per fare business.

Sicuramente vi starete chiedendo come sia possibile, anche per un gigante come Google, offrire una connessione in fibra e contemporaneamente mantenere i prezzi bassi (mediamente la metà rispetto agli altri ISP). La risposta sta nelle partnership che Google ha stretto e sta tuttora stringendo con le città in fase di cablatura: mantenendo bassi i costi della messa in opera risulta possibile fornire il servizio ad un costo veramente competitivo.

Come accade per quasi tutte le buone offerte, anche in questo caso esiste il rovescio della medaglia: i tempi di adesione a Google Fiber sono molto ristretti. I cittadini che decidono di non sottoscrivere il contratto di adesione nelle settimane immediatamente antecedenti il periodo in cui Google cablerà la propria città, non potranno usufruire del servizio per parecchio tempo. Infatti, come hanno dichiarato gli stessi responsabili del progetto, Google non ritornerà nelle zone già servite, se non trascorso un lungo periodo di tempo.

 

VIA

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]