Nella serata di ieri Motorola ha presentato ufficialmente il nuovo Moto X, lo smartphone che segna la rinascita definitiva di Motorola, ma anche la nascita del nuovo brand Moto X, destinato ad espandersi nel tempo. Le principali testate giornalistiche Americane hanno avuto modo di mettere la mani sul nuovo prodotto dell’azienda, ma cosa ne pensano? Scopriamolo nel nostro articolo.

The Verge

Sono 504 le possibili versioni realizzabili e la scelta per la personalizzazione della backcover comprende ben 18 modelli differenti per materiali e colorazioni. Moto X calza perfettamente nel palmo della mano, sembra più sottile di quanto effettivamente sia, e nonostante la struttura in plastica e la possibilità di assemblare diversi pezzi a scelta, come anche il bilanciere del volume, presenta una buona solidità. È del tutto utilizzabile con una mano.

Active Display è una grandissima funzione: una ricerca di Motorola ha fatto emergere come gli utenti attivano lo schermo del telefono mediamente 60 volte al giorno per guardare l’ora o per sapere che tipo di notifiche sono state ricevute. Con questa nuova funzione di Motorola il display si attiverà quando perderemo una chiamata o quando è in arrivo un nuovo SMS. Tappando in qualsiasi parte dello schermo sarà possibile vedere la notifica senza dover disattivare la lockscreen, altrimenti, per leggerla completamente basterà effettuare un semplice swype. È una funzione fantastica anche per chi non ama i pannelli AMOLED.

Lo smartphone è reattivo, fluido e veloce in ogni momento, quando avviamo delle applicazioni ed anche quando navighiamo nell’interfaccia.

Riassumendo, Motorola ha costruito uno smartphone con specifiche tecniche di fascia media, venduto ad un prezzo superiore in rapporto alle caratteristiche, ma che “è più smart”, più ergonomico e comodo da utilizzare rispetto a molti altri. Anche il software fa la differenza.

Engadget

Ci siamo sentiti dire per diversi anni dai produttori che gli smartphone sono personalizzabili, riflettono l’individuo che lo possiede, ma ad eccezione della possibilità di scegliere il colore del telefono, solo la possibilità di impostare gli sfondi e di scegliere le custodie che più ci piacciono sono state le uniche vie espressive che avevamo. Dite addio a quei giorni. Motorola ha centrato una parte fondamentale della user experience, la personalizzazione, e speriamo che anche gli altri producer la prenderanno d’esempio.

Le forme arrotondate di Moto X sono state scelte per il modo in cui si uniformano con il palmo della mano, e sono state abbinate ad uno schermo da 4,7 pollici AMOLED con risoluzione HD. La scelta di non aver adottato altri tipi di pannelli non OLED e con risoluzione full HD è stata per salvaguardare l’autonomia della batteria, la quale ha un amperaggio da 2.200 mAh, ma garantisce fino a 24h di utilizzo.

Sia chiaro: Moto X è piacevole da impugnare, è leggero, ma non da segni di fragilità e non ha un touch-and-feel economico, ed è veramente solido.

Androidcommunity

Motorola e Google hanno fatto un lavoro eccellente. La qualità costruttiva è sensazionale, e le curve sono fra le migliori mai viste. È seriamente uno degli smartphone più comfortevoli da tenere in mano, più di molti altri. La dimensione è quella giusta, e non è ingombrante come un Galaxy Note. “Dovete davvero provare a tenere in mano Moto X!”. Non c’è alcuna personalizzazione dell’interfaccia come MotoBlur, la UI è la pura Vanilla, ma che è stata personalizzata con alcune features pazzesche. Zero lag ed impuntamenti, questo è il vero “effetto burro”. Purtroppo, però, i bootloader sono bloccati, ma verranno rilasciate anche le versioni per sviluppatori con i bootloader sbloccati.

Phonearena

L’hardware potrebbe non essere il suo punto di forza, ma Motorola ha deciso di puntare tutto su qualità costruttiva ed esperienza d’uso, e c’è riuscita! Moto X condivide molte features software che abbiamo trovato nella nuova famiglia DROID, ma il processo costruttivo e l’assemblaggio sono completamente estranei rispetto agli altri dispositivi sul mercato, ed anche agli altri DROID.

Ciò che fra tutto ha sorpreso di più, però, è la dimensione dello smartphone: il display è un’unità da 4,7 pollici, ma quando teniamo il telefono in mano sembra avere la stessa dimensione di uno smartphone da 4 o 4,3 pollici.

Insomma, Moto X è un prodotto apprezzato in special modo per la qualità costruttiva, i materiali e l’ergonomia, ma nonostante questo anche il software e la fluidità del sistema operativo sono di ottimo livello, sopratutto grazie alle ottime implementazioni attuate da Motorola. Infine, c’è anche il plus della personalizzazione. Riuscirà l’azienda sotto il controllo di Google a risplendere?

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]