Per rispondere alle numerose critiche riguardanti batterie esplose negli ultimi smartphone di punta, Samsung ha presentato in Sud Corea una nuova unità di alimentazione ad alta stabilità progettata per resistere anche alle temperature più elevate e dunque evitare una esplosione che potrebbe essere pericolosa per l’utente finale.

Come riporta un sito coreano, Samsung ha deciso infatti di sfruttare una batteria a stato solido flessibile che sostituisce quindi le tradizionali batteria al litio. La struttura garantisce una lunga durata e resistenza, ma soprattutto evita il rischio che possa incendiarsi o addirittura esplodere per malfunzionamento o per eccessivo surriscaldamento.

Il colosso coreano prevede di sviluppare delle batterie a stato solido in grado di pareggiare le prestazioni delle batterie al litio entro il 2015. Difficile quindi dire oggi quando le vedremo effettivamente in commercio, ma vista la natura delle nuove unità è probabile che saranno il prezzo forte dei primi smartphone con display veramente flessibile e non soltanto curvo come avviene al giorno d’oggi.

In tal proposito, Samsung ha mostrato anche una batteria curva ultra-small utile per essere inserita in dispositivi indossabili come Google Glass e Galaxy Gear. Dovrebbe risolvere i problemi di autonomia di molti dispositivi di questo genere.

A proposito dell'autore

Giovanni Ferlazzo

25 anni, appassionato di videogiochi e tecnologia a 360 gradi, è riuscito a trasformare le sue passioni in lavoro diventando un articolista specializzato per alcuni principali canali di riferimento del settore. A volte se ne pente, poi si ricorda di quanto in fondo ami il suo lavoro.