Hardware9.5
design, qualità costruttiva, dei materiali ed ergonomia8
software, interfaccia e prestazioni9
batteria9.5
fotocamera e videocamera7.5
aspetto multimediale10
Punti positivi
  • Batteria ad alta durata
  • Display a dir poco fantastico
  • Rapporto qualità/prezzo molto alto
Punti negativi
  • Qualità costruttiva e materiali non eccelsi
  • Memoria non espandibile e batteria non removibile
  • Fotocamera solo poco sopra la media
9Overall Score
Reader Rating: (34 Votes)
7.0

L’LG G2 è un prodotto che abbiamo potuto testare approfonditamente in circa 3 settimane di prova. Lo smartphone di LG è riuscito davvero a convincerci regalando un’esperienza di utilizzo assolutamente molto soddisfacente e delle vere e proprie innovazioni capaci di sorprenderci non poco. Infatti, LG G2 è il primo smartphone della storia a possedere i tasti fisici posizionati sul retro e non sui fianchi della scocca. Una scelta che rende il device unico e dobbiamo dirlo, davvero comodo!

Recensione LG G2: design, qualità costruttiva, dei materiali ed ergonomia

lG g2

L’LG G2 è uno smartphone abbastanza speciale e sicuramente originale dal punto vista del design e ha delle caratteristiche che lo differenziano da molti altri device sia di LG stessa che di altre aziende concorrenti. Ve le citiamo di seguito:

  • Presenza del logo “LG” nella parte frontale in basso.
  • Presenza di bordi intorno al display davvero molto sottili sia nella parte inferiore che superiore e anche a destra e sinistra dove tendono allo 0.
  • Presenza di un display davvero molto amplio da 5.2 pollici su un corpo relativamente piccolo (grazie ai bordi molto contenuti).
  • Sul retro presenta i famosi tasti fisici, mentre nella parte frontale non presenta alcun tasto fisico (e neanche a sfioramento).

Caratteristiche estetiche che da una parte rendono il prodotto davvero molto appetibile migliorando l’esperienza d’utilizzo. Mentre dall’altra rendono il device esteticamente molto elegante ed ergonomico.

lg g2

I tasti fisici sul retro

Mentre all’inizio eravamo abbastanza scettici nei riguardi dei tasti fisici presenti sul retro, adesso ci siamo completamente ricreduti e infatti basta davvero una sola giornata di utilizzo per rendersi conto di quanto siano comodi. Pur mantenendo qualche piccolo difetto, questi speciali tasti posti sulla parte posteriore del device appena sotto la fotocamera, rendono l’esperienza di utilizzo effettivamente più semplice ed immediata. Infatti avendo semplicemente in mano il device, permettono di accedere velocemente allo sblocco/blocco del dispositivo (tramite il tasto centrale) e alla regolazione del volume effettuato con il bilanciere. Inoltre durante l’utilizzo della fotocamera del device avrete la possibilità di scattare una foto semplicemente cliccando un tasto del bilanciare del volume. Una comodità davvero inaudita dovuta al fatto che sono posti in posizione tale da permettere un completo e naturale accesso dell’indice al loro utilizzo.

lg g2

Ovviamente LG ha introdotto nel suo prodotto un software che è in grado di compensare la mancanza di un tasto home sulla parte frontale. Infatti tramite la funzionalità Knock-On si ha la possibilità di accendere il dispositivo semplicemente effettuando un doppio tap (abbastanza deciso) sul display e inoltre si potrà bloccare il dispositivo facendo la stessa cosa ma su una schermata accesa.

Anche se la comodità è comunque assolutamente inaudita, abbiamo però trovato qualche piccolo difetto, primo tra tutti è che durante l’utilizzo dei tasti diventa praticamente naturale andare a toccare il vetro della fotocamera riempiendolo di varie orme. Inoltre durante l’utilizzo di giochi o applicazioni con visualizzazione orizzontale, i tasti diventano sicuramente meno raggiungibili in modo naturale e quindi per poter accedere ad esempio alla regolazione del volume, ci troveremo a dover cercare i pulsanti in maniera meno intuitiva e veloce rischiando di andare anche in questo caso a toccare il vetro della fotocamera.

Design:

L’LG G2 dal punto visita del design non presenta delle grosse cose da dire. Sebbene sopra vi abbiamo citato delle più o meno grosse caratteristiche che lo differenziano da tanti altri prodotti rendendolo originale. Non si può certamente dire di aver a che fare con un mostro a livello di estetica anzi, appare come uno smartphone piuttosto classico.

Da citare sicuramente il retro del device (che non è removibile) che presenta una superficie con una texture in grado di rendere la back-cover leggermente brillante.

Materiali ed ergonomia:

A livello di materiali il device di certo non eccelle, infatti è composto da plastica su praticamente tutta la superficie visibile. Diciamo anche che l’LG G2 non è neanche un portento dal punto di vista dell’ergonomia. Mentre da una parte risulta essere molto comoda la “rotondità” degli spigoli presenti sui lati del device, dall’altra questa comodità risulta essere compromessa da una back-cover un po’ troppo liscia e che rende il device leggermente scivoloso. Ovviamente questo difetto è veramente poco influente sulla qualità generale del device per il semplice fatto che basta utilizzare una qualsiasi cover protettiva (vedi qui le migliori cover per LG G2) per eliminare completamente il problema. E al giorno d’oggi, chi è che non usa una cover per proteggere il proprio device?

VOTO: 8.00

Recensione LG G2: hardware

Scheda tecnica LG G2:

  • Altezza 138.43 mm, Larghezza 70.87 mm, Spessore 8.89 mm, Peso141 gr
  • Display (diagonale) 5.2 pollici Tecnologia IPS LCD Risoluzione (Y) 1920 x 1080 px
  • Connettività: 3G, GSM (frequenze) 1900, 1800, 900, 850 LTE, Wi-Fi (frequenze) Dual band – 802.11 a/b/g/n/ac, GPS, Bluetooth
  • Processore Qualcomm Snapdragon 800 da 2.3 Ghz quad-core
  • Memoria Interna: 16 GB, 32 GB
  • RAM: 2 GB
  • Camera Frontale: Risoluzione 2.1 Megapixel (Risoluzione: Video 1080p)
  • Camera Posteriore Risoluzione 13 Megapixel, IOS, Flash LED, Focus Autofocus (Risoluzione Video: 1080p)
  • Sistema Operativo: Android 4.2.2
  • Porte: Jack Cuffie 3.5 mm, micro usb
  • Sensori: Prossimità, Luminosità, Giroscopio, Accelerometro, Stabilizzatore Ottico
  • Batteria: mAh 3000 non removibile

Una scheda tecnica davvero impressionante anche se il terminale possiede dei difetti che purtroppo incidono sulla completezza del device a livello tecnico, stiamo parlando dell‘assenza della memoria espandibile tramite micro-sd e della batteria non removibile.

Display:

lg g2

Il display dell’LG G2 merita di essere analizzato separatamente perché appare come il punto forte del terminale. Sebbene anche molti altri top gamma appartenenti alla stessa fascia dove risiede l’LG G2 presentano degli ottimi display, in questo caso troviamo però una qualità sicuramente più alta tanto da far ritenere il display praticamente perfetto.

Prima cosa da citare è proprio la dimensione, infatti 5.2 pollici di display contenuti però all’interno di un corpo praticamente identico a quello del Galaxy S4/S3 (grazie ai bordi molto fini), rendono l’esperienza di utilizzo quasi da phablet mantenendo però delle dimensioni generali molto comode.

Per quanto riguarda la qualità del display troviamo un pannello IPS FullHD con ben 423 PPI (pixel per pollice) che offre una qualità di visione davvero stratosferica con colori reali e accesi, contrasti ottimi e qualità dei neri e dei bianchi perfetta e reale (il bianco è veramente bianco!).
Per quanto riguarda la luminosità del display abbiamo di fronte un dispositivo davvero molto luminoso e che permette in maniera piuttosto agevole il suo utilizzo anche sotto la luce del sole diretta. Da citare anche l’angolo di visione del display che ancora una volta è assolutamente soddisfacente e praticamente perfetto permettendo di visionare il contenuto del display da qualsiasi posizione.

Connettività:

L’LG G2 risulta essere sicuramente molto completo dal punto di vista delle connettività, però possiede qualche difetto che ci fa pensare come sia praticamente soltanto nella media riguardo questo parametro. Un difetto piuttosto evidente riguarda la sicuramente non alta qualità audio presente durante le chiamate che alle volte tende a gracchiare leggermente (nulla che rovina troppo l’esperienza di utilizzo, ma si sente…). Inoltre mentre il Wifi tende a prendere bene e in modo stabile, la stessa cosa non accade con la rete telefonica che abbiamo notato essere un po’ ballerina presentando un segnale un po’ instabile.

Niente di grave, però di sicuro ci aspettavamo qualcosina in più da un terminale top gamma che comunque possiede delle caratteristiche tecniche davvero ottime.

VOTO: 9

Recensione LG G2: software, interfaccia e prestazioni

L’LG G2 lato software è un prodotto che stupisce e che eguaglia (e in alcuni casi supera) la concorrenza.  Le funzionalità introdotte con questo smartphone sono davvero molteplici e le prestazioni sono davvero di altissimo livello e ci hanno più volte stupito nel corso delle nostre prove.

lg g2

L’LG G2 si muove grazie ad Android 4.2.2 Jelly Bean e presto, secondo alcune autorevoli indiscrezioni riceverà ufficialmente Android 4.4 Kitkat (in Corea è già stato rilasciato). L’interfaccia del terminale è basata sulla classica Optimus UI 2.o, tuttavia possiede alcune migliorie estetiche (vedi ad esempio la nuova bellissima schermata di sblocco). L’interfaccia, anche grazie al processore Snapdragon 800 è sicuramente molto fluida e anche l’apertura delle varie applicazioni appare come quasi istantanea.

LG ha voluto introdurre ed aggiornare alcune vecchie funzionalità presenti sul terminale che vi spieghiamo subito sotto:

Q Slide: una funzionalità che consente di aprire fino a due applicazioni in stile Windows per vederle quindi in sovraimpressione nella propria normale schermata. Davvero un modo ottimo per  usare applicazioni contemporaneamente (tra cui:  Video, Email, Appunti, Telefono, Calcolatrice, Calendario, Browser, Messaggi, File Manager ,Voice Mate). Da citare anche la possibilità rendere trasparenti le finestre in modo da poter utilizzare anche la porzione di schermo che normalmente sarebbe occupata.

lg g2

Slide Aside: una funzionalità dedicata prettamente al multitasking che consente in maniera veloce di salvare delle applicazioni in esecuzione semplicemente facendo uno slide a tre dita da destra verso sinistra. Le applicazioni verranno salvate e saranno nuovamente disponibili semplicemente effettuando uno slide al contrario cioè da sinistra verso destra. La funzione seppur sia piuttosto utile è da considerarsi forse un po’ troppo poco intuitiva cosa che probabilmente vi farà preferire l’applicazione di multitasking normale integrata in Android.

lg g2

Quick Memo: è un funzionalità (presente anche in molti altri device LG) che permette di effettuare degli screenshoot delle proprie schermate (ed eventualmente modificarle) semplicemente cliccando un tasto raggiungibile nella barra delle notifiche. Oltre a questo consente anche di poter scrivere rapidi appunti semplicemente selezionando uno sfondo prestabilito. Sicuramente non è una funzionalità malvagia, tuttavia l’utilizzo del dito per poter scrivere sul proprio display risulta essere troppo impreciso (la cosa cambia se si usa un pennino).

Quick Remote: è l’applicazione che sfrutta l’emettitore di raggi infrarossi presente sull’LG G2 e che consente di trasformare il proprio device in un vero e proprio telecomando. L’applicazione sembra funzionare molto bene ed è di facile configurazione.

LG Voice Mate: E’ l’assistente vocale di LG che avrebbe il compito di sfidare Samsung con l’S Voice e Apple con il suo Siri. Purtroppo però almeno per noi Italiani, l’applicazione perde in partenza perché non risulta essere compatibile con la nostra lingua (anche se è utilizzabile in Inglese).

Personalizzazione:

Una delle caratteristiche sicuramente migliori presenti da sempre nell’interfaccia Optimus UI 2.0 è sempre stata la possibilità di personalizzare in maniera quasi del tutto completa il proprio dispositivo e anche in questo caso l’LG G2 risulta essere molto molto soddisfacente. Questo perché molto semplicemente è possibile personalizzare a proprio piacimento, la home, la schermata di sblocco, i tasti virtuali, il tema generale e addirittura i disegni delle icone delle varie applicazioni.

Il Browser:

lg g2

L’esperienza di navigazione su questo LG G2 è assolutamente molto completa e appagante. Il browser stock appare molto fluido e veloce sia nello scrolling che durante lo zooming e nei caricamenti, inoltre presenta qualche chicca come la possibilità di  creare degli screenshoot di intere pagine web. Ricordiamo anche che è possibile ridurlo a finestra (ridimensionabile) per poterselo portare dietro in tutte le varie schermate e durante il nostro normale utilizzo.

VOTO: 9.0

Recensione LG G2: batteria

L’LG G2 presenta delle grosse sorprese riguardanti questo parametro. La sua batteria da ben 3000 mAh infatti, è considerabile una delle più longeve in assoluto appena poco dopo quella presente sul Samsung Galaxy Note 2. In cosa si traduce tutto questo? Semplice, mentre quasi tutti falliscono, l’LG G2 è in grado di garantire sufficiente autonomia per una giornata intera anche con uso intenso e permette fino a 2/3 giorni di autonomia con uso medio/basso.

Durante la nostra prova abbiamo visto il terminale durare per circa 29 ore con utilizzo medio intenso avendo fatto circa 1 ora di chiamata, 3 ore di gaming (Dead Trigger 2), navigazione in Internet varia, utilizzo come fotocamera e per leggere Feed RSS.

2013-12-05-18-30-29

Un vero peccato che la batteria non sia removibile, cosa che non ci permette di dare voto pieno a questo parametro.

VOTO: 9.50

Recensione LG G2: fotocamera e videocamera

Fotocamera:

La fotocamera da 13 Mpx dell’LG G2 presenta sia flash led che lo stabilizzatore ottico OIS chiamato “scherzosamente” da LG stessa Galluscam (vedi qui: LG G2: stabilizzatore ottico a prova di Gallina). Purtroppo, anche se permette di effettuare fotografie di qualità, non ci ha colpito particolarmente perché a nostro giudizio le fotografie scattate risultano avere dei difetti a livello di dettaglio e in molti contesti anche a livello di stabilizzazione ottica che sembra funzionare non bene come dovrebbe.

lg g2

In ogni caso sono assolutamente molto apprezzabili le molte funzionalità che offre la fotocamera e in generale permette di scattare foto generalmente buone e in alcuni casi ottime. E’ curioso come si possano scattare foto di altissimo livello con condizioni di luce ottimali, mentre al passaggio a condizioni anche poco peggiori la loro qualità in molti casi sia davvero compromessa.

I difetti che abbiamo riscontrato sono:

  • Le foto non risultano essere ricche a livello di dettaglio (se ingrandite si nota).
  • Lo stabilizzatore ottico nelle foto sembra proprio non funzionare e anzi molte volte bisogna proprio tenere la mano fermissima per poter scattare foto decenti.
  • Le foto in notturna e/o al buio presentano un rumore di sottofondo davvero alto (anche se il sensore sembra catturare sicuramente più luce di tanti altri smartphone).
  • La messa a fuoco è lenta e alle volte non perfetta.

Tuttavia abbiamo anche notato delle grosse positività riguardanti questa fotocamera:

  • Le foto in condizioni di luce ottimali risultano essere di altissimo livello (anche superiori ad altri top gamma).
  • Incredibile come la fotocamera riesca a scattare foto anche in situazioni di controluce estrema (l’HDR funziona davvero molto bene).
  • La messa a fuoco può essere regolata manualmente cosa che può tornare molto utile in diverse situazioni.
  • Le foto in modalità sport risultano essere molto ferme, anche se il soggetto risulta essere in movimento.

Per quanto riguarda le funzionalità, il software della fotocamera ci offre le seguenti modalità di scatto che vi commentiamo sotto:

  • Multiscatto: permette di scattare fino a 20 foto in sequenza.
  • Sport: una funzionalità che permette di scattare fotografie a soggetti in movimento e che sembra funzionare molto bene
  • Tono dinamico (HDR): il classico HDR che in questo caso è davvero ottimo
  • VR Panorama: una modalità che permette di scattare fotosphere che generalmente vengono realizzate bene. Purtroppo non è possibile usare questa modalità per fotografare interni e inoltre appare sicuramente di più lenta esecuzione rispetto a quella classica di Google presente sui terminali Nexus.
  • Panorama: la classica funzionalità di panorama.
  • Fotoritocco: permette di eliminare delle imperfezioni a volti direttamente dal display e prima di uno scatto. Funziona ma poi le foto appaiono forse un po’ finte.
  • Shot e Clear: una funzionalità che sembra funzionare davvero bene e che consente di effettuare uno scatto anche in presenza di soggetti in movimento che nella foto verranno rimossi automaticamente.
  • Fotocamera doppia: una funzionalità sicuramente inspirata a quella presente ad esempio sul Galaxy S4 e che consente di scattare foto in contemporanea con la fotocamera posteriore e anteriore.
  • Notte: classica funzionalità che permette di scattare foto in notturna. Bisogna avere il dispositivo davvero fermissimo per poter scattare foto anche solo accettabili.
  • Scatto time Catch: una funzionalità (presente fin dall’LG Optimus 4X HD) che consente di non perdere gli attimi scattati poco prima di uno scatto.

lg g2

In conclusione possiamo dire che la fotocamera dell’LG G2 è sicuramente più che accettabile e presenta difetti e positività che vi abbiamo citato sopra, tuttavia ci aspettavamo di più dallo stabilizzatore ottico che sembra proprio essere assente durante lo scatto delle fotografie.

Videocamera:

La videocamera dell’LG G2 permette di registrare bellissimi video a risoluzione FullHD fino a 60 FPS e possiede delle funzionalità di tutto rispetto come la possibilità di applicare dei divertentissimi effetti live ai volti, registrare in modalità dual recording (utilizzando contemporaneamente la fotocamera posteriore e quella frontale) e di applicare uno zoom particolare che in pratica consente di zoomare solo una porzione desiderata della propria schermata.

Da citare anche la funzionalità di audio zoom che consente in pratica di focalizzare e rendere di volume più alto il suono proveniente dall’area selezionata tramite un semplice tap sul proprio display. Immaginate quindi di essere all’interno di una lezione all’università e di voler registrare un video della lezione cercando di ridurre al minimo la confusione proveniente dai vostri compagni chiaccheroni, tramite questa funzionalità potrete farlo!

Sicuramente interessante lo stabilizzatore ottico che effettivamente nei video sembra fare bene la sua parte permettendo una stabilizzazione e una riduzione effettiva dei tremolii all’interno dei video.

VOTO: 7.50

Recensione LG G2: aspetto multimediale

L’LG G2 offre un display davvero molto ampio da 5.2 pollici che esalta davvero molto il suo utilizzo come dispositivo multimediale.

A livello di gaming abbiamo provato diversi titoli anche molto pesanti come Dead Trigger 2 al massimo della grafica senza aver mai notato alcun calo di performance o rallentamenti vari. Grazie al processore Snapdragon 800 con clock da 2.2 Ghz abbiamo notato dei tempi di caricamento dei videogiochi sicuramente inferiori alla media. Da citare anche l’assoluta comodità del dispositivo che riesce grazie ai suoi bordi molto fini a garantire un’esperienza di gaming da phablet pur mantenendo delle dimensioni comode per garantire una presa ottima durante il  gioco.

lg g2

Per quanto riguarda la visione di video il display FullHD garantisce una qualità massima di visione e i video appaiono assolutamente di qualità davvero stupefacente e superiore anche ai maggiori top gamma del momento. Può essere comoda la funzionalità che permette di rimpicciolire il video all’interno di una finestra/popup trasportabile nell’interfaccia.

lg g2

Per quanto riguarda la qualità degli alto parlanti, il dispositivo offre ben 2 speaker stereo che sembrano funzionare davvero bene. Il volume è molto alto e il suono è piuttosto corposo soprattutto se confrontato con altri terminali della stessa fascia. Anche i bassi non sono affatto male, ma considerate comunque di aver a che fare con un device mobile.

E’ studiata anche la posizione degli speaker che posti sul bordo inferiore del terminale permettono di sentire “squillare” a volume quasi pieno anche se avete il terminale in tasca (se posizionato a testa in giù).

LG G2

Diciamolo, LG G2 appare come lo smartphone più completo a livello multimediale e questo è dovuto principalmente al suo grosso e davvero bello display, capace di differenziarlo da molti altri smartphone top gamma di altri produttori.

VOTO: 10

Recensione LG G2: Conclusioni

L’LG G2 è uno smartphone davvero ottimo che ha delle caratteristiche tecniche di altissimo livello e superiori anche a molti dei suoi principali competitor. Presenta un software davvero completo e prestante e una batteria anche di molto più longeva della media degli attuali smartphone top gamma presenti sul mercato. Avremo preferito qualche sforzo in più da parte di LG lato materiali e fotocamera, tuttavia almeno riguardo la fotocamera è possibile che l’LG G2 faccia un grosso passo avanti con l’introduzione di Android 4.4 Kitkat che è un aggiornamento confermato ufficialmente da LG stessa e che dovrebbe arrivare da noi entro qualche mese. Ricordiamo anche che al momento LG G2 possiede uno street price davvero interessante e più basso di tutti i suoi principali rivali prodotti da Samsung, HTC e Sony. Questo ne alza di non poco il suo rapporto qualità/prezzo!

VOTO FINALE: 9

Dove acquistare l’LG G2?

Le migliori offerte del web per l’aquisto sull’affidabilissimo Amazon.it: LG G2: le migliori offerte di Amazon.it

   

About The Author

Andrea Odone
caporedattore
Google+

Sono appassionato di tecnologia sopratutto riguardante il mondo mobile, dei software Open Source e del nostro caro robottino verde. Nacqui a Milano più di 23 anni fa ma adesso abito a Siena, in mezzo a dei bellissimi vigneti e alla natura del Chianti. Ho finito da qualche mese un master dalla lunghezza di 6 mesi in Social Media Marketing presso la Bewe Academy a Milano.

  • Paul Kite

    Bel telefono e complimenti per la recensione. Dove si trova quel posto fantastico???

    • AndreaOdone

      Ciao Paul! :) si si un posto fantastico che… ;)