Canonical aveva annunciato il lancio di Ubuntu per smartphone lo scorso gennaio, ma da allora, anche per problemi correlati al famoso episodio di Ubuntu Edge, non se ne è saputo più nulla. Fino a oggi, visto che Mark Shuttleworth, fondatore di Canonical, ha confermato che la società ha stretto il primo accordo per distribuire una versione apposita di Ubuntu per smartphone.

Shuttleworth non ha al momento svelato l’identità del nuovo partner OEM, ma ha detto che il debutto di Ubuntu nel mercato degli smartphone di fascia alta è adesso previsto per il 2014 in data ancora da stabilire. Sembra inoltre che questo sia solo il primo di una serie di accordi che verranno presi e annunciati nelle prossime settimane.

Ubuntu è stato progettato per funzionare in due tipi di smartphone: un dispositivo entry-level necessiterà di un processore dual-core e almeno 512 MB di RAM. Invece, un device di fascia alta dovrà equipaggiare almeno un processore quad-core e 1 GB di RAM. La più grande differenza tra le due versioni risiederà nel fatto che il modello high-end potrà funzionare anche da PC se collegato a un monitor, un mouse e una tastiera. Un dispositivo potenzialmente molto interessante, specialmente per tutti gli appassionati di Ubuntu.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]

A proposito dell'autore

Giovanni Ferlazzo

27 anni, appassionato di videogiochi e tecnologia a 360 gradi e studente di Storia presso l'Università di Palermo. Nel tempo libero, oltre a dilettarsi con il nuoto, coniuga le sue passioni con quella per la scrittura: è amante anche di viaggi, sport, motori, serie TV, cinema ed è un gran divoratore di libri, specialmente se storici.