L’acquisizione di Nokia è solo il primo tassello del piano di Microsoft per la definitiva esplosione di Windows Phone, in forte crescita negli ultimi due anni. Il colosso di Redmond sembra intenzionato a ripetere l’operazione che convinse il gruppo finlandese a scommettere su una piattaforma allora sconosciuta: garantire pesanti incentivi economici a diversi produttori. Microsoft offrì infatti un miliardo di dollari per far sì che Nokia diventasse portabandiera del nuovo marchio e, alla fine del 2013, la cosa ha indubbiamente portato vantaggi a entrambe le aziende. Ora si cerca di fare lo stesso con altre aziende di punta.

Secondo quanto scrive Eldar Murtazin di Mobile Review, lo stesso che ha anticipato i piani di Microsoft volti a fondere Windows Phone e Windows RT in un’importante riprogettazione della interfaccia utente Metro, il colosso statunitense avrebbe stanziato somme ingenti per spingere i produttori a realizzare terminali con Windows Phone 8 nel 2014. Samsung dovrebbe ricevere la fetta più grossa: 1.2 miliardi di dollari. Ma ci sono anche Huawei e Sony, rispettivamente con 600 e 500 milioni di dollari. Infine, altri 300 milioni saranno garantiti ad altre aziende non meglio specificate, probabilmente Panasonic e HTC.

sony xperia windows phone

Difficile dire quanto la mossa possa effettivamente pagare: facendo i conti, si tratta complessivamente di una cifra superiore ai 2 miliardi di dollari, e non è detto che il gioco possa valere la candela. Indubbiamente con Nokia ha funzionato, tanto che il gruppo finlandese è oggi il leader assoluto del settore Windows Phone. Le somme garantite da Microsoft sono importanti, ma basteranno per convincere aziende che finora hanno fatto le loro fortune con Android a impegnarsi seriamente con dispositivi dalla piattaforma differente?

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]