Sin dai primi titoli pubblicati il divario prestazionale tra PS4 e Xbox One è risultato più che lampante: titoli come Assassin’s Creed IV Black Flag, Call of Duty Ghost e Battlefield 4 godono di una maggiore risoluzione e di una maggiore resa grafica sulla console giapponese. Addirittura è notizia di pochi giorni fa che Tomb Raider: Definitive Edition su Xbox One non riuscirà a raggiungere i 60 frame al secondo, come invece accade sulla PlayStation 4.

Questo divario, secondo Pete Dodd — un noto blogger esperto del mondo videoludico con agganci all’interno delle varie aziende impegnate — è destinato ad essere in parte colmato.

Dodd afferma che Microsoft stia pensando di ricollocare parte del 10% della potenza della GPU riservato al Kinect e alle funzioni audio/video per il rendering della grafica; in particolare il 10% si suddivide in: 8% per le funzioni video e 2% per i comandi vocali. La percentuale ricollocata dovrebbe essere quell’8% dedicato alle funzioni video, il quale verrà messo a disposizione degli sviluppatori che potranno usarlo a proprio piacimento.

Microsoft non ha confermato la teoria, per cui questo sono soltanto speculazioni, le quali tuttavia prendono un po’ di forza se si pensa alla solerzia con la quale Redmond ha aumentato la velocità di clock della CPU e della GPU di Xbox One in seguito all’ufficializzazione delle specifiche di Ps4.

Se liberare e rendere disponibile agli sviluppatori quell’8% porterà ad un sostanziale miglioramento dei titoli su Xbox One al momento non è dato saperlo, tuttavia alcuni esperti affermano che ciò non basterà a raggiungere la Ps4, ma dovrebbe tuttavia garantire una resa migliore di adesso per la gioia dei possessori della console.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]