Impossibile non essere a conoscenza dello strepitoso acquisto recentemente effettuato da Facebook. La società del giovane Mark Zuckerberg ha sborsato la cifra di 19 miliardi di dollari per impossessarsi di Whatsapp, la nota applicazione di messaggistica istantanea.

Sappiamo benissimo che nel momento in cui viene semplicemente nominato il nome “Facebook” la privacy inizia a tremare. Sono troppe le notizie che parlano del lato oscuro del social network che secondo molti smercia i dati degli ignari iscritti. E se l’acquisizione permettesse alla società di attingere ulteriori informazioni personali tramite Whatsapp? Le rassicurazioni del team ci sono, come sempre, ma gli utenti hanno dubbi ed iniziano a fuggire.

Dopo il clamoroso acquisto, l’ormai famosa applicazione Telegram ha annunciato tramite Twitter l’arrivo di 500.000 nuove iscrizioni, mentre altri 200.000 utenti scelgono Threema per tutelare la propria privacy. Non ci troviamo dinnanzi a delle coincidenze, nelle recensioni rilasciate sul Play Store gli utenti specificano di aver abbandonato Whatsapp dopo l’acquisto.

Possiamo parlare di una vera e propria fuga? In realtà no, visto che WhatsApp conquista un milione di nuove iscrizione ogni giorno, quindi gli utenti persi per il momento non preoccupano la società. La maggior parte degli utilizzatori sembra aver reagito positivamente all’acquisizione e per il momento non fugge verso altri titoli.

E voi, siete scappati via o avete deciso di non abbandonare Whatsapp?

Via | Foto

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]

A proposito dell'autore

Redattore intrattenimento e socialmedia
Google+

La mia passione nasce da un preistorico IBM. Dopo di lui (si, lui, il mio PC non era un semplice oggetto) ogni cosa in grado di emettere “BIP” riusciva ad attirare il mio interesse (ad esclusione dell’odioso antagonista di Willy il Coyote). Mi sono formata presso la New Media Art and Design School di Napoli, studiando in modo approfondito grafica, web design, web writing e SEO. Scrivo per importanti siti web e alla lista non manca webtrek.it!