La propria influenza sui social media, come quasi sicuramente saprete, può essere quantizzata tramite Klout, la piattaforma che offre statistiche riguardanti i servizi utilizzati dagli utenti. Ogni iscritto ha un proprio punteggio (da 0 a 100) che gli attribuirà una certa importanza sul web. Un numero che, dunque, permette agli esperti di rafforzare la propria reputazione virtuale.

Il noto servizio è stato recentemente venduto alla Lithium Tecnologies che riesce a metterci le mani sborsando la cifra di 100 milioni di dollari. L’accordo sembra essere andato in porto, anche se non è stato ancora chiuso definitivamente. Ma perché questa società dovrebbe essere interessata alla nota piattaforma? Lithium aiuta le aziende a conquistare e coinvolgere i clienti attraverso i social network, quindi le statistiche raccolte da Klout potrebbero essere di fondamentale importanza

Un acquisto conveniente non solo per la Lithium Tecnologies, ma anche per il CEO Joe Fernandez. L’amministratore delegato di Klout, nonostante le prime entrate (circa 40 milioni di dollari), non era riuscito a trovare una valida soluzione che permettesse alla piattaforma di ottenere grandi ricavi. Il servizio, dunque, sarebbe prima o poi morto, anche se i professionisti del web utilizzano l’ormai famoso punteggio per vantarsi della loro influenza sui social media.

I dati raccolti da Klout, quindi, non sono solo motivo di vanto per gli iscritti, ma possono realmente aiutare gli affari della Lithium Tecnologies.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]