Nokia X, il primo smartphone Android dell’azienda finlandese, è stato ufficialmente presentato come previsto in occasione del Mobile World Congress 2014 di Barcellona. In realtà, il produttore ha svelato ben tre dispositivi con piattaforma Google: X, X+ e XL, i quali condividono tutti l’obiettivo di puntare al mercato di fascia bassa, con delle leggere differenze su caratteristiche tecniche e di conseguenza prezzo consigliato al pubblico. Smartphone che di fatto non sorprendono per nulla in particolare. Ma è un Nokia con Android e tanto basta per attirare le attenzioni degli appassionati.

Lo stile, come prevedibile, è quello che ha fatto la fortuna dei Nokia Lumia e permette di avere dei dispositivi belli da vedere ed eleganti, nonostante siano destinati essenzialmente al settore dei low-cost. Dal punto di vista delle caratteristiche tecniche, Nokia X ricorda praticamente Nokia Lumia 520. Abbiamo un display LCD IPS da 4 pollici con risoluzione 800×480 pixel, un processore dual-core Qualcomm Snapdragon da 1 GHz, 512 MB di RAM, 4 GB di memoria interna espandibile tramite microSD, fotocamera posteriore da 3 megapixel, WiFi, GPS, 3G e batteria da 1.500mAh. Leggere differenze per gli altri modelli: una memoria interna superiore per Nokia X+, un display da 5 pollici, 768 MB di RAM e una migliore fotocamera posteriore per Nokia XL.

Tutti e tre gli smartphone sono equipaggiati con Android 4.1.2 Jelly Bean in versione “forked”, ovvero pesantemente personalizzato dal produttore che ha optato per un’interfaccia utente molto vicina a quella di Windows Phone e soprattutto alla rinuncia dei servizi Google, esattamente come fatto da Amazon per la linea Kindle Fire. Naturalmente saranno compatibili tutte le tradizionali applicazioni Android, che potranno essere inserite all’interno di uno store personalizzato Nokia. In ogni caso, i Nokia X saranno compatibili anche con store di terze parti ed è inoltre supportato il sideloading, proprio come su Kindle Fire.

Il vero dubbio riguarda adesso le prestazioni dei dispositivi: le prime impressioni fornite da The Verge non sono entusiasmanti. Il magazine online parla di una risposta lenta e frustrante, dovuta non solo alle caratteristiche tecniche low-cost del terminale, ma anche alla vecchia versione Android scelta dal produttore. Sono assenti quindi i grossi miglioramenti all’ottimizzazione apportati dalle ultime build. Nokia ha spiegato che X è un nuovo inizio e servirà a mettere insieme la flessibilità di Android e i servizi di Microsoft e della stessa azienda finlandese, tanto che troveremo preinstallate applicazioni come MixRadio, HERE Maps, OneDrive, Outlook e Skype. Sarà interessante capire quanto questa mossa possa funzionare.

Nokia X verde

Nokia X avrà un prezzo di 89 euro e sarà rilasciato solo nell’Europa dell’Est, Asia e Sud America. Nokia X+, destinato anche al mercato occidentale, avrà un costo di 99 euro e uscirà nel secondo trimestre. Stesso discorso per Nokia XL, cui prezzo consigliato al pubblico sarà invece di 109 euro. Tutti gli smartphone sono dotati di ingresso dual-SIM e l’acquisto di uno di questi garantirà 1 mese di chiamate gratis su Skype e 1 GB gratuito su OneDrive.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]