Nonostante i consumatori stiano generalmente apprezzando le novità introdotte da Windows 8, specialmente per quanto riguarda i tempi di avvio nettamente più rapidi rispetto il predecessore, le vendite non riescono ancora a ingranare i ritmi di Windows 7. A quindici mesi dal lancio, il sistema operativo ha venduto circa 100 milioni di licenze in meno al confronto con Seven nello stesso periodo di tempo preso in considerazione. La notizia arriva direttamente da Microsoft.

Il colosso di Redmond ha infatti ha annunciato che Windows 8 ha da poco passato il muro delle 200 milioni di licenze vendute. Il tasso di crescita dei due sistemi operativi è rimasto pressoché identico nei primi sei mesi di commercializzazione, ma con il passare del tempo, il nuovo arrivato ha rallentato nettamente il passo rispetto Windows 7 che invece riuscì a mantenere vendite costanti fino ad arrivare a 300 milioni di licenze vendute entro i primi quindici mesi dal lancio.

windows 8.1

Le motivazioni possono essere molteplici: il declino evidente del mercato PC certificato anche dai dati del 2013 e in generale anche un po’ di scetticismo verso Windows 8, specialmente se si tratta di abbandonare una piattaforma molto apprezzata come Seven, che molto meglio di Vista riuscì a raccogliere l’eredità di XP. Nei prossimi mesi sono previste ulteriori novità per il nuovo sistema operativo, sarà interessante vedere se basteranno per migliorare vendite buone ma di certo non entusiasmanti come in passato.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]