Cortana sarà indubbiamente la grande aggiunta prevista con l’aggiornamento a Windows Phone 8.1. Si tratta di un assistente vocale sviluppato per funzionare da vera e propria risposta a Siri, la soluzione ideata da Apple per dispositivi iOS. Il nome deriva dalla famosa intelligenza artificiale che accompagna il protagonista Master Chief nella serie di videogiochi Halo, autentico simbolo delle console Xbox. E The Verge pubblica oggi alcune interessanti informazioni su come funzionerà il sistema.

Cortana sostituirà la funzione di ricerca basata su Bing che viene attualmente lanciata tramite un apposito pulsante fisico. Le funzionalità, in sintesi, rappresenteranno un mix tra quanto viene offerto oggi da Google Now e Siri, cercando di prendere il meglio da entrambi i competitor. L’assistente vocale sarà rappresentato da una particolare icona animata che cambierà emoticon a seconda delle richieste dell’utente.

Il progetto di Microsoft ruota attorno una feature centrale chiamata Notebook, che permetterà agli utenti di controllare esattamente la quantità di informazioni da condividere con l’assistente digitale. Tecnicamente, Cortana potrà accedere a dettagli come posizione, dati personali, note, rubrica e così via. Ma sarà l’utente a scegliere fino a che punto potrà spingersi tramite alcune impostazioni per la privacy appositamente progettate. Sebbene Cortana nasca per conoscere meglio le abitudini dell’utente giorno dopo giorno, sarà comunque quest’ultimo a imporre dei paletti ben precisi in difesa della privacy.

cortana

In ogni caso, le informazioni concesse saranno utilizzate da Cortana per fornire risposte immediate tramite voce e testo, oltre a fornire suggerimenti, avvisi e reminder. Sarà anche in grado di auto-personalizzare l’esperienza adattandosi automaticamente a certe situazioni: il meteo per la destinazione prescelta, le vie più veloci e meno trafficate per arrivarci e persino la musica adatta che sia consona al posto in cui ci si troverà sul momento. Nel caso si inviassero ad esempio messaggi per fissare un appuntamento, Cortana chiederà automaticamente se inserire la nota in calendario.

Insomma, quanto preparato da Microsoft sembra essere ciò che è lecito attendersi da un assistente vocale di tutto rispetto e soprattutto in grado di rappresentare la vera risposta a Siri di Apple. Naturalmente, il vero test arriverà poi sul campo, quando Windows Phone 8.1 sarà finalmente disponibile per il download.

Fonte

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]