Apple ha provato a coinvolgere esperti svizzeri nella realizzazione del progetto iWatch, lo smartwatch che secondo le indiscrezioni il colosso di Cupertino dovrebbe lanciare entro la fine di quest’anno. La notizia è stata riportata nelle scorse ore dal Financial Times che spiega come i produttori svizzeri di orologi tradizionali, sebbene allettati dall’idea di stringere una partnership con Apple, abbiano preferito declinare l’invito proprio perché temono che un eventuale esplosione del nuovo settore possa direttamente danneggiare il mercato degli accessori da polso. In questo senso, sono molto interessanti le parole di Nick Hayek, amministratore delegato di Swatch.

Ci sono state delle trattative, non iniziate da noi, con praticamente tutti i produttori interessati al mercato degli indossabili“, dice Hayek. “Tuttavia, non vediamo alcuna ragione per cui dovremmo entrare in qualsiasi partnership. Non dimenticate che per utilizzare come si deve uno smartwatch bisogna sfruttare entrambe le mani o un assistente vocale, che richiede una potenza di calcolo difficile da garantire in uno spazio così limitato“, aggiunge.

iWatch-uscita

Apple dal canto suo sembra abbia provato a coinvolgere direttamente degli esperti del settore, corteggiando diversi impiegati di aziende di primo piano del mercato: tutti però hanno preferito restare rifiutando la pur interessante offerta dell’azienda della mela morsicata. Il progetto iWatch ovviamente non si ferma, ma è chiaro come il colosso di Cupertino volesse aggiungere un tocco di eleganza in più al suo dispositivo puntando a chi, nel mercato degli accessori da polso, ha costruito la sua fortuna.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]