Google ha promesso velocità e stabilità maggiorate, per quanto riguarda il suo browser di punta Chrome, e sembra che siano arrivate grazie al passaggio del codice in 64-bit. Infatti la società californiana ha rilasciato una beta version di Chrome con tale supporto per i computer dotati di chip a 64-bit, che consente di sfruttare al meglio la potenza e tradurla in velocità, stabilità e sicurezza.

Google offre un installer specifico per questa versione 64-bit, che non è possibile trovare nel main stream delle beta, ma scaricabile tramite Canary, un canale che offre tutte le ultime funzionalità di Chrome prima di passare nella release ufficiale e definitiva. Proprio ieri, un programmatore di Chrome, tale Will Harris, sosteneva:

“The majority of our users on Windows 7 or higher now have systems capable of running 64-bit applications, and this version of Chrome can take full advantage of these newer capabilities.”

Sintetizzando, ormai la quasi totalità degli utenti, anche il medio consumatore, dispone di un computer con processore 64-bit, visto che circa una decade fa sia AMD che Intel hanno iniziato la transazione verso tale architettura, che consente di migliorare tanti aspetti software in relazione all’hardware. Anche i computer di fascia medio-bassa dispongono di tale architettura, quindi Google ha deciso che è arrivato il momento di sfruttare appieno tale caratteristica per aumentare stabilità, performance e sicurezza.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]