News, guide su tecnologia (Android, Windows, iOS), Games e SocialMedia

LG G3: il primo test di durata della batteria mostra buoni risultati

L’LG G3 è uno dei primi smartphone Android in commercio a presentare un display QHD con risoluzione che è precisamente quattro volte superiore a quella HD. Ma molti di voi insieme a noi, si saranno chiesti: ma questo enorme display creerà qualche problema e ripercussione sulla durata generale della batteria? La risposta a questa domanda è ovviamente di si, questo perché un display con una risoluzione così amplia ha bisogno di illuminare e gestire (insieme alla CPU e GPU), una quantità di pixel mostruosa. Questo non può che incidere effettivamente sulla durata della batteria di un device con display talmente risoluto. Tuttavia il discorso che vi abbiamo appena fatto può essere aggirabile tramite dei miglioramenti software e hardware, ed è quello che si è limitata a fare LG con l’LG G3.

Prima tra tutte LG G3, possiede infatti un processore, lo Snapdragon 801 che è stato studiato da Qualcomm (il suo produttore) proprio per contenere i consumi dei device senza aumentare di troppo le performance rispetto al vecchio modello, lo Snapdragon 800. Successivamente LG ha operato sul software introducendo una funzionalità chiamata delle “tre A” capace di ottimizzare i consumi tramite 3 piccoli ma efficaci trucchetti. Il primo riguarda un’ottimizzazione del refresh dello schermo, rallentandolo quando le immagini sono fisse e non hanno bisogno di mostrare dei movimenti come video o games; il secondo riguarda la potenza della CPU che in pratica sarebbe ridotta al minimo quando il sistema non viene utilizzato dall’utente e quando lo smartphone è ad esempio in standby; il terzo invece ottimizza a livello sempre software i driver del display riducendo al minimo i consumi. Tutto questo ha permesso a LG di dotare del suo attuale top gamma di una batteria da 3000 mAh con amperaggio identico a quello di LG G2 riducendo in questo modo gli spazi occupati all’interno del device e sopratutto di dotare l’LG G3 di un display QHD senza veder schizzare alle stelle i consumi.

665x464xubif-g3-21-1024x716.jpg.pagespeed.ic_.hc4TgPThrU

Durata della batteria di LG G3: il test

Se tutto quello che vi abbiamo raccontato sopra si rapportava ad un modello puramente teorico, adesso, grazie ad Android Community, abbiamo la possibilità di conoscere le effettive potenzialità energetiche di LG G3 e che ci dicono come il suo consumo sia molto simile a quello già ottimo di LG G2. Tuttavia calcolate che esistono margini di miglioramento dovuti al fatto che il test (che potete visionare a fine articolo) è stato svolto su una versione con software non definitivo del device, inoltre l’LG G3 preso in esame era una versione coreana e quindi non ottimizzata per le reti americane (cosa che può aver alterato in negativo le performance della batteria).

In ogni caso è già buono sapere come i risultati di questo primo test facciano pensare ad un device ben ottimizzato dal punto di vista dei consumi energetici e che sopratutto è in grado di farci arrivare a fine giornata con una percentuale di carica residua. Quindi LG ha ottenuto un comunque ottimo risultato che però dovrà essere confermato (e speriamo migliorato) dai test che saranno effettuati sulla versione definitiva e che sarà destinata al nostro mercato.

 

via