Il Samsung Galaxy Note 4 avrà un display con diagonale da ben 5.7 pollici e con risoluzione QHD da 2560×1440 pixel. La conferma arriva direttamente da Samsung stessa che ovviamente non ha rivelato al mondo il prodotto tramite un comunicato stampa ufficiale, ma per il momento “soltanto”  indirettamente attraverso il codice sorgente di un suo sito internet. Infatti il Samsung Galaxy Note 4 compare con il nome in codice SM-N910A e nella variante AT&T e cosa più importante sarebbe stata a questo punto rivelata ufficialmente la risoluzione del display che appunto da 2560×1440 pixel. Per quanto riguarda la dimensione del display, questa sarebbe stata confermata attraverso Zauba, una sorta di banca dati che tiene traccia dei modelli spediti in territorio Indiano (che in passato abbiamo avuto modo di conoscere in altre news) e che in questo conferma la presenza a bordo di una diagonale da 5.7 pollici proprio per lo stesso modello di Galaxy Note 4 che vi abbiamo citato sopra. Quindi come possiamo notare Samsung ha avuto il buon senso di non aumentare le dimensioni del terminale rispetto al Galaxy Note 3 che anche lui è da 5.7 pollici e probabilmente farà in modo di ottimizzare ancora gli spazi cercando di ridurre le dimensioni dei bordi e della cornice offrendo maggiore ergonomia e facilità di utilizzo. Sarebbe bellissimo vedere uno studio degli spazi come quello fatto da LG su LG G3!

Galaxy Note 4 con display da 2560×1440 pixel? Durata della batteria minore di Note 3?

Tuttavia la news ci conferma anche la volontà dell’azienda Sud Coreana di aumentare la risoluzione del display che passerà da una Full HD (1920×1280 pixel) ad una QHD da (2560×1440) aumentando di 2 volte il numero di pixel presenti nella stessa diagonale. Quest’ultima notizia purtroppo siamo sicuri che non piacerà proprio a tutti perché se da una parte la qualità del display (che su Note 3 è già altissima) potrebbe salire ulteriormente, dall’altra ci sarà sicuramente un consumo maggiore in termini energetici e si rischia di cadere proprio nell’errore fatto da LG con LG G3 che sembrerebbe possedere una durata della batteria inferiore addirittura a LG G2. Inoltre questa news confermerebbe un trend in questa direzione che vedrà probabilmente molti produttori puntare su questa tecnologia proprio a scapito della durata della batteria. Bisogna precisare che però sui nuovi terminali di Samsung con display Super Amoled sono presenti delle modalità di risparmio energetico davvero molto evolute come l’Ultra Battery Save Mode presente su Galaxy S5, quindi esisterà sempre un piccolo ma significativo vantaggio su terminali che come LG G3 possiedono display QHD ma non hanno sistemi di risparmio energetico intelligenti. Vedremo soltanto a Settembre (durante l’IFA 2014 di Berlino) se Samsung sarà stata in grado di ottimizzare i consumi del suo Galaxy Note 4 pur aumentando di ben 2 volte la risoluzione dei pixel nel display o se invece ci dovremo rassegnare a vedere un terminale con durata della batteria inferiore anche al Galaxy Note 3. Voi cosa ne pensate? Sarebbe stato meglio vedere a bordo di un Galaxy Note 4 un display sempre Full HD con però una durata della batteria maggiore?

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]