Abbiamo parlato delle possibili varianti di Samsung Galaxy Note 4 sul finire della scorsa settimana: stando alle ultime indiscrezioni provenienti dal famoso benchmark AnTuTu, il produttore coreano ha in mente di lanciare due modelli con chipset differenti, Exynos 5433 e Qualcomm Snapdragon 805. Nulla di nuovo per l’azienda che, come già accaduto per la generazione passata e altri terminali di punta, vuole offrire chipset differenti a seconda dei mercati: in questo caso, il modello con Exynos pare sia destinato all’Europa, mentre la variante Snapdragon uscirà negli Stati Uniti. Ebbene, stando ai primi risultati provenienti proprio da AnTuTu, sembra che a noi utenti del vecchio continente andrà decisamente meglio, visto che Exynos pare essere più performante rispetto la soluzione offerta da Qualcomm.

Samsung Galaxy Note 4 Benchmark
Il chipset progettato da Samsung ha ottenuto infatti un punteggio di 40.303 punti, battuto solo da NVIDIA Tegra K1, in testa con 41.736. In terza posizione si trova proprio Snapdragon 805 con 37.780, seguito a sua volta da Snapdragon 801 con 36.469. Via via scorrono tutti gli altri, ma è importante senza dubbio sottolineare le eccellenti prestazioni di Exynos 5433, che serviranno ad alimentare un dispositivo che oltre a 3 GB di RAM e una fotocamera posteriore da 16 megapixel con tecnologia ISOCELL, offrirà un display con risoluzione Quad HD (forse da 5.7 pollici)

Ovviamente, adesso il nodo da scogliere è quello relativo all’autonomia. Abbiamo già visto i problemi in questo senso sofferti da LG G3, il primo smartphone Android di un produttore di primo piano a montare uno schermo con questa risoluzione e altissima densità pixel, e la speranza è che con Samsung Galaxy Note 4 non si ripetano ovviamente le stesse problematiche. Ma per saperlo dovremo aspettare la presentazione ufficiale, prevista agli inizi di settembre.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]