Samsung non si smentisce ed esattamente come fatto con i suoi smartphone e tablet ha in mente di personalizzare il sistema operativo Android Wear, piattaforma scelta per il nuovo smartwatch Gear Live, con alcune funzioni uniche. Lo ha confermato Christopher Beltor, Director of Marketing per la divisione mobile statunitense del produttore, spiegando che l’intenzione è quella di inserire delle feature esclusive appositamente realizzate in casa, anche se non sarà inserita un’interfaccia utente personalizzata come TouchWiz o Magazine UX, quest’ultima scelta per i nuovi tablet della società. Naturalmente, Samsung vuole rendere compatibile il dispositivo con gran parte dei suoi smartphone, anche se per il momento non sono disponibili informazioni più precise sui modelli che potranno interfacciarsi con Gear Live.

Nessun dettaglio per adesso neanche per queste funzioni personalizzate che dovrebbero arricchire l’esperienza utente oltre quello offerto di default da Android Wear. Probabilmente si tratterà di qualcosa direttamente correlata alla possibilità di far funzionare lo smartwatch in coppia con altri dispositivi della società. “Android Wear è progettato al 100 percento intorno i servizi Google. Come abbiamo fatto con i nostri telefoni, il nostro obiettivo è dare vita a servizi proprietari specificatamente dedicati all’ambiente Wear“, spiega l’esecutivo dell’azienda. Vedremo dunque nelle prossime settimane cosa ha in mente Samsung per migliorare e arricchire quanto è offerto attualmente dallo smartwatch.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]