Samsung sarebbe vicina all’acquisizione di Nuance Communications, una delle aziende più importanti nel campo delle tecnologie per il riconoscimento vocale e che ha lavorato all’assistente vocale S Voice dei dispositivi del produttore coreano, oltre che al ben più famoso Siri di Apple. Tra gli altri clienti della società con sede nel Massachusetts figurano Daimler e Panasonic. Una fonte del Wall Street Journal afferma che i contatti tra Samsung e Nuance sarebbe particolarmente avanzati, anche se le trattative sono in corso pure con altre società. Per il momento non è chiaro quale azienda sia effettivamente in vantaggio, né a che punto siano i colloqui.

Nuance nasce da una costola di SRI International, un istituto di ricerca non-profit legato alla Stanford University. Con un capitale di 5.5 miliardi di dollari, l’azienda è ormai leader nel settore delle tecnologie per il riconoscimento vocale, ma ha lavorato anche a software OCR, assistenti virtuali e touchscreen. Nel 2011 ha acquistato Swype, famoso per una delle tastiere predittive per Android di maggior successo.

Acquisire Nuance darebbe certamente a Samsung un vantaggio strategico importante nei confronti della concorrenza circa lo sviluppo di tecnologie avanzate per l’assistenza virtuale per prodotti come smartphone, tablet, smart TV, dispositivi indossabili, ma anche auto e smart home, che si diffonderanno nei prossimi anni. Il produttore coreano metterebbe le mani del resto su quella che è una funzionalità chiave dei device moderni, senza contare tutti i brevetti depositati da Nuance relativi a questo settore. Sarebbe un “colpo” molto importante, vedremo come si evolverà la vicenda nei prossimi giorni.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]