Dimenticate tutto quello che vi ricordate di Desmond, Altair e compagnia cantante: Assassin’s Creed Unity, narrativamente parlando, sarà un nuovo inizio per la saga. A farlo sapere è Alex Amancio di Ubisoft, il quale ha spiegato ai microfoni di Examiner che il nuovo capitolo del brand avrà una storia slegata dal passato.

A dare un taglio netto con il passato sarà soprattutto la presenza di nuovi contenuti narrativi nelle sezioni ambientati nel presente, che racconterà una storia diversa da quella ormai super conosciuta del caro, vecchio Desmond Miles. “Avete visto una certa evoluzione già con Black Flag – spiega Amancio –  ma non faremo la stessa cosa. Quello che stiamo facendo con Unity è davvero l’inizio di un nuovo ciclo per la serie Assassin’s Creed”.

In definitiva la nuova narrazione, che si sa solamente essere ambientata a Parigi negli anni della Rivoluzione Francese e avere come protagonista un certo Arno Dorian, sarà accompagnata da una trama parallela nel presente totalmente inedita. Già in Black Flag si iniziava a intravedere questa deriva, ma in Unity il taglio con il passato sembra ancora più definitivo.

Assassin’s Creed Unity arriverà sugli scaffali dei negozi italiani il 28 ottobre 2014 per PlayStation 4, Xbox One e PC e sarà dotato di una grafica sontuosa, gestita dall’ottimo motore grafico AnvilNext (lo stesso di Assassin’s Creed III, Black Flag e Liberation), le cui potenzialità sono già state messe in mostra – con successo – durante l’E3 di un mese fa.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]

A proposito dell'autore

Marco Locatelli

Marco Locatelli nasce nella bellissima e romantica Bergamo. È un giornalista, appassionato di tecnologia e videogiochi da sempre. Ha iniziato a scrivere di videogiochi nel 2008 per semplice hobby su alcuni siti amatoriali: 4News.it e Iniziopartita.it. Poi, dopo una gavetta di circa un anno, la passione è diventata un lavoro e si è conquistato la possibilità di scrivere, sempre di videogiochi, per realtà professionali come Everyeye.it e Spaziogames.it, due dei maggiori siti di informazione videoludica in Italia. Successivamente ha collaborato con GamesNation.it e Videogame.it, per i quali ha ideato e curato la sezione "videorecensioni". La sua firma è apparsa per un paio di anni anche sulle riviste PSMania 3.0, PlayStation Magazine Ufficiale e PlayGeneration. Negli anni si è specializzato molto in video editing e speakeraggio. Continua a scrivere di videogiochi e tecnologia su Webnews, Gamesnote, l'Eco di Bergamo e, ovviamente, su Webtrek. E lo farà finché a spingerlo sarà la passione.