Una delle operazioni più comuni che si fanno una volta venduto il proprio smartphone Android è quello di avviare il cosiddetto “reset di fabbrica” per cancellare i dati contenuti e riportare praticamente il terminale alle condizioni originali. Tramite alcuni studi condotti da Avast, società specializzata in sicurezza informatica, si scopre però che il reset non è sufficiente per essere sicuri di aver eliminato definitivamente i dati contenuti nel proprio smartphone.

android wipe data
Per effettuare questi test, l’azienda ha acquistato una ventina di smartphone Android usati su eBay, in modo da valutare l’effettivo funzionamento del reset di fabbrica. Tramite l’utilizzo di alcuni semplici strumenti forensi digitali, gli esperti di Avast sono stati in grado di recuperare i dati precedentemente memorizzati in questi dispositivi anche se erano state ripristinate regolarmente le impostazioni di fabbrica. Nessuno di questi smartphone poteva dirsi effettivamente “pulito” dai dati dei vari ex possessori, visto che l’azienda è riuscita a recuperare circa 40.000 foto, 1.000 ricerche Google, più di 750 email e messaggi di testo, oltre 250 contatti telefonici ed email e, nel caso di uno smartphone, è stato possibile persino risalire all’identità del precedente proprietario. Una curiosità: solo su un terminale dei venti acquistati era stata installata un’applicazione di sicurezza, ma proprio da quel dispositivo è stato recuperato il maggior numero di informazioni.

Ovviamente è chiaro che non tutti potrebbero avere interesse a recuperare i dati del precedente proprietario una volta che viene acquistato uno smartphone Android usato, ma gli strumenti sfruttati da Avast sono relativamente semplici da trovare, come FTK Imager. Poi, è bastato ottenere suggerimenti da altri esperti sul famoso forum XDA e servirsi di altri software come Android Debug Bridge e Android Backup Extractor.

Android Silver
A questo punto, la vera domanda è: come fare per cancellare definitivamente tutte le informazioni personali dal proprio smartphone Android una volta che viene venduto? Basta attivare la crittografia del dispositivo prima di effettuare il reset, soluzione standard su iOS e che purtroppo non lo è altrettanto sui terminali dell’androide verde. Bisogna recarsi al menù “Impostazioni“, “Sicurezza” e selezionare la voce “Crittografia dispositivo“. In alternativa, è possibile utilizzare alcuni strumenti di terze parti in grado di effettuare un vero e proprio tabula rasa dei dati contenuti nello smartphone. La stessa Avast presenta qualcosa del genere con la sua applicazione Avast Anti-Theft, così come la versione a pagamento di Lookout Mobile Security.

Fonte

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]