Nella serata di ieri Google ha deciso di rendere disponibile una preview dell’SDK di Google Fit, la piattaforma dedicata interamente al fitness e realizzata dal colosso di Mountain View. D’ora in avanti i developers potranno cominciare ad utilizzare questo nuovo tool di sviluppo per poter ottimizzare il funzionamento dei nuovi dispositivi indossabili.

Presentato al Google I/O poche settimane fa, Google Fit è un aggregatore di informazioni riguardanti l’attività fisica e le condizioni di salute di un utente destinato a dare filo da torcere ad HealthKit di Apple. La prima preview dell’SDK include tre principali API dedicate a:

  • Sensori – per utilizzare i sensori presenti sui vari dispositivi come il cardiofrequenzimetro, il giroscopio, l’accelerometro e molti altri per ricavare informazioni sull’utente;
  • Memorizzazione  per archiviare i dati registrati senza far consumare energia allo smartphone ed archiviarli via cloud;
  • Storico – per permettere all’utente di accedere all’intera mole di dati archiviati, dandogli la possibilità di scegliere quali informazioni condividere e su quali applicazioni.

In occasione del rilascio della preview SDK di Google Fit è stato reso disponibile in contemporanea anche un aggiornamento firmware della Developer Preview di Android L per Nexus 5 e Nexus 7 (2013). Quest’ultima versione, che si distingue dalla precedente grazie alla build LPV81C, è il ponte di accesso all’SDK di Google Fit, visto che si tratta del requisito minimo per poterlo utilizzare.

Ultimo ma non meno importante: sviluppando applicazioni con l’attuale SDK della nuova piattaforma Google non sarà consentito pubblicarle su Google Play, possibilità che arriverà solo in Autunno con il lancio definitivo di Google Fit ed Android L.

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]