Panasonic rientra nel settore degli smartphone in Europa presentando al Photokina 2014 un cameraphone basato su sistema operativo Android 4.4. Si chiama Lumix DMC-CM1 ed è il device di questa categoria con il sensore più grande mai adottato fino ad ora.

Chi si ricorda di Eluga? Era lo smartphone che ha decretato l’uscita dell’azienda Giapponese dal mercato degli smartphone nel continente Europeo. Quest’anno il produttore ci riprova con Panasonic Lumix DMC-CM1, un device con caratteristiche tecniche all’ultimo grido e fotocamera da urlo: ha uno schermo da 4,7 pollici Full HD spinto dal processore Qualcomm Snapdragon 801; la memoria RAM ammonta a 2 GB, mentre sono presenti anche 16 GB di storage espandibili con scheda micro SD. Sotto la scocca c’è una batteria da 2.600 mAh ed il peso complessivo di Lumix DMC-CM1 è di 206 grammi. Il sistema operativo è Android 4.4 e sembra presentare la UI stock di Google, eccezion fatta per il software della fotocamera.

Panasonic Lumix DMC-CM1 più che un cameraphone è una fotocamera che telefona, ed anche il design ce lo conferma: spessore di 21mm, lente sporgente e finiture in finta pelle che rieccheggiano a quanto presente sulla piccola mirrorless GM1. Il piatto forte è, però, la fotocamera: il sensore è da 1 pollice (lo stesso utilizzato nelle mirrorless Nikon 1 e nella compatta Sony RX100) e risoluzione di 20 Megapixel con una apertura del diaframma massima pari a f/2.8 e lunghezza focale fissa di 28mm. La fotocamera è completamente controllabile in modalità manuale ed è in grado di registrare video in risoluzione 4K. Panasonic commercializzerà il suo nuovo prodotto inizialmente in Francia e Germania ad un prezzo approssimativo di 900€, senz’altro un po’ troppi per far sì che un prodotto di questo calibro riesca a sfondare. Non credete? Per concludere, vi lasciamo con il video promo ufficiale:

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]