Il grande momento del produttore cinese Xiaomi è confermato dai risultati di vendita di uno degli ultimi smartphone lanciati sul mercato. Xiaomi Redmi 1S, stando ai dati raccolti da CST, è il quarto terminale più venduto al mondo. Soltanto in India, l’azienda ha piazzato in media circa 40.000 unità a settimana, dimostrando quanto abbia lavorato bene in particolare nei mercati asiatici.

Xiaomi è partita praticamente da pochissimo: una piccola start-up cinese che adesso vanta una community mondiale di oltre 70 milioni di persone e il ruolo di quinta forza nel settore dei produttori di smartphone. Un successo su tutta la linea: da parte una serie di dispositivi di fascia alta perfettamente ottimizzati lato software, dall’altra la line-up Redmi, che ha spianato all’azienda la strada nel mercato dei terminali mid-range e che di fatto sta facendo la differenza. L’esplosione delle aziende cinesi non è del resto un fenomeno da sottovalutare: un grande produttore come Sony, sorpreso dall’avanzata dei produttori provenienti dalla Cina, è stato costretto di recente a rivedere enormemente al ribasso le proprie aspettative di guadagno dal settore mobile. Difficoltà che riguardano anche altre importanti multinazionali, come nel caso di Samsung. E, tornando a Xiaomi, l’avvenire si prospetta essere davvero roseo: le ultime indiscrezioni parlano di un nuovo smartphone della linea Redmi con chipset Mediatek MT6595, 3 GB di RAM e fotocamera da 20.7 megapixel. Altro grande successo in arrivo?

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]