In una recente intervista nel programma WSJD, diretto dal Wall Street Journal, Tim Cook, l’amministratore delegato dell’azienda di Cupertino, ha annunciato come Apple Pay ha raggiunto e superato il milione di attivazioni nelle prime 72 ore in cui era disponibile, registrando un record che nessun altro competitor ha mai raggiunto.

Apple Pay, il nuovo sistema di pagamento elettronico in mobilità dell’azienda, è disponibile in esclusiva per il mercato Statunitense, ma ci sono già stati casi in cui è stato possibile utilizzare tale servizio anche in altri paesi. Nonostante questo, il numero di carte attivate in poco più di due giorni è di oltre 1 milione, e Tim Cook dichiara di aver ricevuto svariate email in cui i clienti hanno espresso il proprio piacere nell’utilizzarlo. In quanto alla sicurezza, Cook dichiara che Apple non è il “Grande Fratello” e lascia il lavoro di spione/osservatore ad altre aziende, ribattendo che la sicurezza del servizio è stato uno dei punti di forza che hanno permesso di attivare un così gran numero di carte, visto che per proteggere i dati si ricorre al Touch ID ed al nuovo chip Secure Element.

Dunque, Apple Pay sembra già essere un vero successo, anche se non si discosta moltissimo dal già esistente Google Wallet. Le ragioni del “fallimento” di quest’ultimo vanno ricercate nella politica della promozione da parte di Google, oppure in altro? Che ne pensate?

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]