Il Nexus 6 rappresenta un device che va a distaccarsi in maniera abbastanza netta rispetto alla precedente generazione caratterizzata da specifiche tecniche di alto livello ma con alcuni compromessi per raggiungere prezzi concorrenziali. Proprio per questo se il Nexus 5 costava, al lancio, 349$ in versione base il Nexus 6 varrà circa il doppio ma a detta di Hiroshi Lockheimer, il vicepresidente della sezione Android in Google, sarà proprio questo ad incrementare le vendite rispetto ai precedenti modelli.

Venderemo il Nexus 6 alle condizioni a cui la maggior parte delle persone è abituata a comparare.

Il Nexus 5 rappresenta il Nexus, per così dire, più premium che sia mai stato costruito. Specifiche tecniche, materiali, funzionalità e via di seguito sono infatti di primissimo livello. Inoltre, per la prima volta in assoluto il device viene venduto non solo mediante Google Play ma anche attraverso i cinque principali carrier americani rivelandosi in tal modo ben più congeniale alle usanze della popolazione di acquistare smartphone sotto contratto. Gli acquirenti o potenziali tali vedranno dunque un prezzo di cartellino di 199$ e riterranno di aver speso meno rispetto al passato ma molto probabilmente non terranno conto del fatto che si vincoleranno ad un contratto biennale con prezzi maggiorati. La percezione del consumatore, almeno di quello americano, sarà quindi quella di acquistare uno smartphone di fascia premium ma ad u prezzo più basso rispetto allo scorso anno. Inoltre, la presenza fisica nei negozi permetterà al device di essere visto, provato ed apprezzato andando dunque ben oltre il mero pubblico del web.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]