Esternamente sono tutti identici ma sotto il cofano le unità di Nexus 6 immesse sul mercato sino a quanto momento presentano specifiche diverse tra loro. Stando infatti a quanto emerso proprio nel corso delle ultime ore non tutti i Nexus 6 sono uguali risultando differenti per la marca dei chip di memoria. A scoprire la cosa sono stati alcuni utenti sul forum di XDA che avviando i loro Nexus 6 in modalità bootloader hanno notato che per la eMMC e per la RAM si è scelto di utilizzare tre produttori in rotazione quali Samsung, Hynix e Sandisk.

A quanto pare le combinazioni possono essere di qualsiasi tipo e non sono legate in alcun modo al colore, al taglio di memorie o ad altri eventuali fattori. Molto probabilmente la scelta fatta da Google e Motorola di appellarsi a tre differenti produttori per la memoria del Nexus 6 è tutta da imputare ad esigenze di quantità e ad accordi commerciali di vario tipo.

Inoltre il fatto che in gioco ci siano tre differenti produttori non dovrebbe pregiudicare in alcun modo le prestazioni tra un Nexus 6 un altro. Al momento non risultano ancora disponibili dei test comparativi attendibili ma stando ai primi benchmark postati dagli utenti pare che i controller di Hynix siano più lenti rispetto agli altri ma in modo decisamente trascurabile. Allo stato attuale delle cose sembrerebbe quindi non esserci nulla di cui preoccuparsi.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]