Parasyte, ecco il live-action che potrebbe funzionare in occidente

Uscito da qualche giorno nelle sale cinematografiche giapponesi, il primo dei due capitoli di Parasyte ci introduce nel mondo dell’omonimo manga di Iwaaki Hitoshi. Il live-action mescola perfettamente il genere horror con la fantascienza allo stato puro, ponendo davanti allo spettatore delle strane creature molto simili ai vermi che arrivano a Tokyo per impossessarsi dei corpi degli esseri umani: una volta raggiunto il cervello, infatti, “occupano” la persona come una sorta di parassita. Tuttavia il protagonista Shinichi è diverso dalla gente comune, che soccombe alla minaccia.

A lui, una di queste creature riesce soltanto a penetrare nella mano: è l’inizio di una convivenza, che Shinichi – giovane che frequenta le scuole superiori – sfrutta per salvare l’umanità. E saranno proprio i duetti comici tra il ragazzo e il parassita che alleggeriranno Parasyte della drammaticità che lo caratterizza. Da apprezzare, inoltre, sono gli effetti speciali: sebbene non siano all’altezza dei più famosi film hollywoodiani, bisogna dire che non sfigurano e anzi sono perfettamente adatti al genere e all’atmosfera.

La pellicola arriverà anche in Italia in primavera e ha tutte le carte in regola per ottenere un riscontro positivo anche dalle nostre parti. Di seguito riportiamo il trailer del film. Buona visione.

Via