Un dirigente di Microsoft ha confermato nelle ultime ore che la casa di Redmond sarà il distributore di Rise of the Tomb Raider, gioco sviluppato da Square Enix che ricordiamo essere (perlomeno attualmente) esclusiva temporale per Xbox One. E’ stato infatti Aaron Greenberg, manager della sezione marketing della divisione Xbox, a rivelare il fatto rispondendo a un fan tramite il suo account Twitter ufficiale. Le ultime rivelazioni su Rise of the Tomb Raider svelano i dettagli più minuziosi sull’esclusività temporale di Rise of the Tomb Raider per Xbox One, ma pone al contempo alcune domande su come i futuri porting sulle altre piattaforme (presumibilmente Playstation 4, la concorrente diretta di nuova generazione) verranno gestiti e sviluppati.

Chiaramente la decisione da parte di Microsoft di essere il publisher di Rise of the Tomb Raider fa intuire che la casa di Redmond si occuperà personalmente della promozione commerciale del gioco e del marketing, nonché ovviamente i costi di distribuzione del titolo. Ciò fa pensare che queste decisioni siano state prese probabilmente per mediare con Square Enix l’offerta dell’esclusività temporanea del titolo (in modo da mantenerla più a lungo), che sicuramente gioverà Xbox One nei primi mesi di lancio in termini di unità vendute. Ricordiamo che l’uscita Rise of the Tomb Raider è prevista per la fine del 2015.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]

  • Matteo Ciresa

    A conti fatti, con buona pace dei sonari, pensare di vedere Tomb Raider su PS4 é decisamente fantasiosa come ipotesi, perché il titolo Cristal Dynamics é ormai accomunabile a Ryse o Dead Rising 3 che non vedranno mai la luce su PS4.