Apple ha da poco ottenuto l’archiviazione di una causa mediante la quale era stata accusata di frode nei confronti dei consumatori per aver venduto MacBook in cui erano presenti delle schede logiche difettose che su base più o meno regalare si guastavano nel giro di un paio di anni.

Nel dettaglio, l’archiviazione della causa è stata ottenuta in seguito alla dichiarazione del giudice distrettuale di San Francisco William Alsup. Il giudice ha reso noto che i due querelanti Uriel Marcus e Benedetto Verceles non sono riusciti a dimostrare il fatto che Apple abbia rilasciato false dichiarazioni positive nonostante siano stati citati vari reclami online e dichiarazini del marketing di Cupertino mediante le quali i MacBook sono stati definiti come i più avanzati sul mercato. Il giudice ha dato tempo si due querelanti sino al 22 gennaio dell’anno corrente per poter modificare la causa.

I due querelanti hanno sostenuto che le vendite di MacBook dal 20 maggio 2010 hanno violato le leggi in materia di tutela dei consumatori sia in California sia in Texas. I due querelanti hanno inoltre aggiunto che Tim Cook aveva parlato di questo difetto alle schede logiche nel 2011 ma che sino ad ora non è mai stato fatto nulla per porre rimedio alla situazione denunciata.

Via

Voglia di acquistare MacBook Pro al miglior prezzo? Clicca qui!

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]