Le curve di G Flex non vi bastano e desiderate uno smartphone che sia completamente flessibile? Apple potrebbe dare risposta a questo vostro desiderio proponendovi un iPhone dotato di componenti flessibili sia dentro che fuori. A confermarlo è il brevetto denominato “dispositivi elettronici flessibili” depositato presso l’US Patent and Trademark Office.

Qualora un dispositivo di questo genere dovesse efettivamente vedere la luce, gli utenti saranno perfettamente in grado di piegare, deformare e comprimere il loro telefono. Ma oltre alla comodità data da un minor volume dell’apparecchio, ad ogni piega potrebbe corrispondere anche una specifica funzione incrementando al massimo la creatività in termini di esperienza d’uso.

LG e Samsung sono al lavoro su device di questo genere già da un po’ di tempo a questa parte, quindi il brevetto di Apple non si propone certo come qualcosa di assolutamente nuovo per il panorama attuale. Anzi, il fatto che anche la Mela stia investendo risorse intellettuali e finanziarie su questo fronte lascia pensare che i dispositivi del futuro possano effettivamente chiamare in causa la massima flessibilità.

I benefici? Parecchi: un telefono di questo genere avrà più probabilità di sopravvivere ad una caduta, poiché più resistente ai danni derivanti dall’impatto. Ogni deformazione proposta dallo smartphone potrà poi essere associata a diversi comandi in relazione al tipo di movimento compiuto, riducendo di molto i tempi necessari per avviare questa o quella funzione. E voi, ritenete utile un salto verso questa direzione?

via

Voglia di acquistare iPhone 6 al prezzo più basso della rete? Clicca qui!

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]