Il Samsung Galaxy S6, il tanto atteso quanto chiacchierato successore del Galaxy S5, potrebbe andarsi a configurare come il primo top di gamma della sudcoreana a fare nuovamente affidamento completo, o quasi, al processore Exynos della stessa azienda. A consolidare la tesi in questione sono stati alcuni recenti rumor che vedono Samsung sempre più preoccupata riguardo i problemi di surriscaldamento rilevati sul processore Qualcomm Snpadragon 810. La preoccupazione sarebbe talmente tale che Samsung avrebbe dunque deciso di utilizzare il proprio Exynos 7 octa core a 64 bit su una percentuale compresa tra l’80% e il 90% dei nuovi Galaxy S6 e di sfruttare il processore Qualcomm soltanto su una minor quantità di dispositivi.

Il nuovo Exynos 7 realizzato da Samsung è basato sul nuovo processo produttivo a 14 nm FinFET mentre Snapdragon 810 è attualmente prodotto a 20nm anche se è atteso il passaggio ai 16nm FinFET nel corso del mese di luglio.

Sempre attenendosi ai rumors sembra poi che Samsung abbia comunque intenzione di fare affidamento alla soluzione Snapdragon 810. Pare infatti che l’azienda voglia aumentare la produzione di Galaxy S6 basati sul processore Qualcomm nel momento in cui verranno risolti tutti i problemi che sembrano affliggere il SoC.

In attesa di nuove informazioni è opportuno sottolineare il fatto che era dai tempi del Galaxy S3 che Samsung non adottata soluzioni proprietarie come scelta primaria per le varianti maggiormente diffuse di un device appartenente alla fortunata famiglia Galaxy S.

Via

Voglia di acquistare Samsung Galaxy S5 al miglior prezzo? Clicca qui!

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]