Sony sta tentando in ogni modo di non perdere quote di mercato, ma soprattutto, di non fare la fine di tante altre realtà le quali hanno dovuto rispondere alle crisi interne anche in termini di minori profitti. E’ molto probabilmente questa la ragione di fondo per la quale il colosso giapponese starebbe seriamente valutando la possibilità di vendere il suo reparto televisioni e, udite udite, anche la sua diramazione mobile.

A confermare l’ipotesi sarebbero “persone molto vicine” al CEO Kazuo Hirai. Tutta colpa di una perdita netta da ben 1.3 miliardi di euro prevista per quest’anno dagli stessi analisti di Sony; un eventuale segno meno che oggi come oggi non consentirebbe all’azienda di poter approfondire con serenità il lavoro svolto fino ad ora.

L’evento già vissuto con i portatili VAIO sembra in procinto di replicarsi, coinvolgendo stavolta reparti decisamente più “rumorosi” con particolare riferimento a quello dei telefoni. D’altra parte TV e smartphone fanno ormai capo a settori tremendamente competitivi dai quali è difficile uscirne fuori con la coppa d’oro in mano: per uno che si alza ce n’è un altro che sprofonda.

L’aria inizia quindi a farsi pesante, anche se non è escluso che Sony possa valutare l’idea di una joint-venture tesa a contenere l’impatto – questo sì molto più roboante – di una cessione vera e propria di questi due rami aziendali.

via

Voglia di acquistare Sony Xperia Z3 Compact al miglior prezzo? Clicca qui!

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]