Ieri sono stati presentati in via ufficiale Xiaomi Mi Note e Mi Note Pro, i nuovi e performanti top di gamma di Xiaomi che si apprestano a fare la loro comparsa sul mercato. Si tratta di due dispositivi che non presentano alcun compresso hardware, che vanno a caratterizzarsi per un prezzo decisamente aggressivo rispetto ai “predecessori” e che risultano dotati di un design che non va ad ispirarsi ad altri brand famosi. Trattasi in sintesi di prodotti per certi versi unici e proprio per questo promettenti. Non deve dunque sorprendere il fatto che ad oggi Xiaomi voglia vantare il titolo di leader mondiale nell’innovazione e che per il futuro siano attesi numerosi brevetti.

Nel corso delle ultime ore dal CEO di Xiaomi Lei Jun sono infatti giunte alcune importanti affermazioni. Stando a quanto dichiarato Xiaomi starebbe pensando di presentare istanza per decine di migliaia di brevetti all’anno nel tentativo di essere riconosciuta come azienda originale ed il fatto che allo stato attuale delle cose risulti già il quinto produttore al mondo di smartphone di certo è indice che le carte in regola per riuscire nell’impresa non mancano affatto.

A cosa faranno riferimento i brevetti che verranno presentati al momento non è ancora stato reso noto ragion per cui per saperne di più sarà necessario attendere. Ad ogni modo è bene sottolineare il fatto che già nel 2014 l’azienda ha presentato istanza di non meno di 2.318 brevetti, 665 dei quali sono brevetti internazionali.

Via

Voglia di acquistare Xiaomi Mi4 al miglior prezzo? Clicca qui!

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]