E’ un periodo importante nonchè decisivo per Battlefield Hardline, sviluppato da Visceral Games: lo scorso 3 Febbraio è infatti uscita la beta pubblica del titolo per tutte le piattaforme di vecchia (Xbox 360, Playstation 3) e nuova generazione (Xbox One, Playstation 4, e PC), e sarà disponibile fino al prossimo 8 Febbraio.

La cosa più importante di Battlefield: Hardline risiede soprattutto nel contatto con gli utenti e i giocatori di tutto il mondo, che sono chiamati a dare feedback proprio per permettere agli sviluppatori di risolvere le problematiche principali e soprattutto evitare la sfortunata esperienza avuta un anno fa con Battlefield 4, colmo al lancio di bug e glitch che hanno rovinato sostanzialmente l’esperienza di gioco. Nelle ultime ore si stanno facendo sempre più insistenti le indiscrezioni secondo cui Electronic Arts avrebbe deciso di introdurre le microtransazioni all’interno di Battlefield: Hardline, o comunque dei contenuti ottenibili dietro pagamento.

La formula sarebbe quella del “free-to-start”, in cui i giocatori hanno la possibilità di iniziare gratuitamente, e in un secondo momento acquistare aggiornamenti a pagamento, similmente a quanto visto negli ultimi giorni con Need for Speed: No Limits. Chiaramente Battlefield: Hardline non rientra nei titoli gratuiti, ma questo rappresenta una sorta di inizio di questa strategia da parte di Electronic Arts: staremo a vedere se effettivamente prenderà piede in futuro o meno. Ricordiamo che l’uscita di Battlefield: Hardline è attesa per il prossimo 17 Marzo.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]