Potremmo definirlo semplicemente un Touch ID 2.0 quello che vedremo nella prossima generazione di iPhone. Infatti, secondo l’analista Ming-Chi Kuo, che già in passato ha fornito informazioni sui piani futuri di Cupertino, l’iPhone 6s sarà caratterizzato da un nuovo modulo di impronte digitali per ottimizzare l’esperienza di Apple Pay.

Kuo ha affermato la produzione del nuovo Touch ID sarà più complessa del precedente poichè si procederà alla saldatura laser del modulo. Inoltre, il processo produttivo andrà ad aumentare nel corso dei mesi fino ad arrivare ad oltre 260 milioni di unità prima del lancio ufficiale previsto, come consuetudine ormai, per settembre 2015. Sunnic e ASE sono due delle aziende fornitrici dei componenti oltre che alla TMSC.

Kuo è sicuro che il nuovo Touch ID non sarà integrato sotto il pannello anteriore del display ma sempre posto sotto un tasto fisico poichè, nonostante i diversi brevetti depositati da Apple in merito, il modulo di impronte per poter essere sfruttato al massimo ha bisogno di una copertura in vetro zaffiro per ridurre al minimo i graffi e quindi eventuali errori di lettura. L’applicazione di un vetro zaffiro per l’intero display sembra alquanto improbabile per il momento e dovremo dunque aspettare prima che un’implementazione del genere arrivi sui mercati.

Tutte le dichiarazioni di Kuo ci inducono a pensare che Apple spingerà moltissimo su Apple Pay nel 2015 allargando il proprio orizzonte di accordi ma anche migliorando il proprio sistema di sicurezza e di pagamento. Non possiamo che essere felici di questo perchè se questi nuovi metodi di pagamento stanno prendendo piede è proprio grazie alla società di Tim Cook.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]