L’ultimo periodo del panorama videoludico ha segnato il successo, soprattutto nelle fasce più piccole d’età, dei giochi e delle “statuine” utilizzabili assieme ai videogiochi. Ne è un esempio Skylanders di Activision, o anche Disney Infinity (che ha ripreso l’idea di Skylanders adattandola ai propri celeberrimi personaggi), che hanno e stanno tuttora registrando vendite eccellenti, incentivando quindi gli sviluppatori a produrre sempre più capitoli dei propri franchise e le conseguenti statuine.

Più recentemente anche Nintendo si è unita al gruppo, con l’uscita lo scorso 29 Novembre (in concomitanza con Super Smash Bros.) dei suoi Amiibo, le statuine Nintendo dotate di chip NFC che può essere riconosciuto dal Gamepad di Nintendo Wii U, o in alternativa dal New Nintendo 3DS, ultima rivisitazione della portatile uscita pochissimi giorni fa, lo scorso 13 Febbraio per la precisione. Anche gli Amiibo hanno registrato eccellenti risultati, con una stima di 5.7 milioni di unità distribuite in tutto il mondo (il 63% dei quali attribuito al territorio canadese e statunitense).

Proprio per questo Nintendo, nelle ultime ore, sta pensando di aumentare la produzione degli Amiibo, considerando soprattutto la domanda da parte dei consumatori, che ha reso rari (tra le altre cose) alcuni modelli, tra cui Rosalinda (venduto in alcuni store online a cifre pari al quadruplo del prezzo di listino). Vedremo quindi se Nintendo aumenterà la produzione, nella speranza di permettere a tutti di comprare gli Amiibo dei propri personaggi preferiti.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]