Sin da quando la Xbox One venne originariamente annunciata da Microsoft (precisamente a Maggio 2013), la console di nuova generazione di casa Redmond non ha iniziato con il piede giusto, complice la politica iniziale dell’always online, i DRM sui giochi, che impediva a conti fatti il commercio dei giochi usati e il prezzo piuttosto oneroso per quanto riguarda la console assieme al Kinect 2.0.

A dispetto della console precedente, l’Xbox 360, che ebbe un successo davvero strepitoso in quasi tutti i mercati nel corso degli anni, Xbox One non è partita esattamente bene, contro le aspettative di Microsoft. Fortunatamente per Microsoft, tutto è cambiato nel corso dell’ultimo anno, in cui è stata innanzitutto annunciata la versione sprovvista di Kinect (rumoreggiata per mesi) al prezzo di 399 Dollari (o 399 Euro), oltre che per l’uscita di diversi titoli di spessore (e conseguenti bundle a prezzi vantaggiosi) tra cui Halo: The Master Chief Collection, Sunset Overdrive e Forza Horizon 2.

Ultimo ma non per importanza è stato poi il taglio di prezzo di 50 Dollari negli Stati Uniti: a detta di Pachter, nonostante il taglio di prezzi sia stato temporaneo, l’analista ritiene che il prezzo non subirà sostanziali modifiche né tornerà a quello iniziale di 399 Dollari, dal momento che questo ha e sta aiutando non poco le vendite della console, soprattutto in relazione alla concorrente Playstation 4.

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]