The Elder Scrolls Online uscì l’anno scorso, con un abbonamento obbligatorio per giocare, e non venne accolto proprio benissimo dalla stampa videoludica e dai giocatori, al contrario della serie ufficiale dei The Elder Scrolls. Nonostante i 750’000 iscritti e passa a The Elder Scrolls Online, il titolo ha subito un calo non indifferente soprattutto a causa dei numerosi  bug e glitch che hanno minato l’esperienza di gioco, oltre ad un gameplay piuttosto diversificato e che non presenta nulla in comune con gli episodi canonici di The Elder Scrolls.

Nella giornata di oggi, lo sviluppatore del titolo, Zenimax Online Studios, ha annunciato che verranno introdotti all’interno del gioco pozioni, salute, e altri oggetti a pagamento. Lo shop presente all’interno del gioco sarà chiamato nella fattispecie “Crown Store”. Matt Firor, direttore di The Elder Scrolls Online, ha dichiarato che questi oggetti a pagamento non influiranno (negativamente) sulle meccaniche e sul gameplay del gioco, ribadendo che ogni contenuto acquistato con i crown (la moneta virtuale, per intenderci) sarà assolutamente simile in tutto e per tutto ai contenuti acquistati (gratuitamente) dai venditori del gioco.

Ricordiamo che l’uscita di The Elder Scrolls Online su console di nuova generazione (Xbox One e Playstation 4) è fissato per il prossimo 9 Giugno, e non richiederà abbonamento (che verrà rimosso dalla versione PC a partire dal 17 Marzo).

ATTENZIONE - E' INIZIATO L'AMAZON CYBER MONDAY!!!! NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PER LA TECNOLOGIA PROPOSTE DURANTE QUESTO IMPORTANTISSIMO EVENTO!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]