Una manciata di ore fa Xiaomi ha tenuto la sua prima conferenza negli Stati Uniti. Lo ha principalmente fatto con l’obiettivo di farsi conoscere anche in terra occidentale, ma anche per spiegare un po’ agli americani quali siano le prossime mosse che il produttore effettuerà nell’ambito del loro mercato.

L’azienda aveva già specificato giorni prima che con questo evento non avrebbe lanciato alcun nuovo terminale, e in effetti così è stato. Tuttavia se è vero che i prodotti Xiaomi non arriveranno negli USA, la stessa cosa non la si può dire per quel che riguarda gli accessori: nei prossimi mesi la smartband Mi Band, le cuffie Mi Headphones, le powerbank ed altri prodotti di questo genere verranno resi disponibili tramite il sito internazionale Mi.com.

Entrando in America per mezzo di alcuni accessori, Xiaomi vuole iniziare a sondare il mercato americano per capire quali siano le sue reali possibilità in tal senso. Buttarsi a capofitto portando negli USA la gamma di prodotti al completo (vale a dire smartphone, tablet e via dicendo) potrebbe sostanzialmente porsi come una mossa troppo azzardata.

La strategia espansionistica programmata da Xiaomi potrebbe risultare alquanto efficace: considerando che la gran parte del suo fatturato proviene dalla vendita di accessori e tenuto conto del fatto che i suoi prodotti sono estremamente appetibili sotto il rapporto qualità/prezzo, il colosso cinese non avrebbe potuto optare per una politica migliore.

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]