Nel corso delle ultime ore Microsoft ha fornito alcuni interessanti dettagli riguardanti il lavoro di sviluppo di Windows 10. Mediante la pubblicazione sul suo sito ufficiale di un apposito e dettagliato post la redmondiana si è infatti soffermata sugli accorgimenti tecnici introdotti nel nuovo sistema operativo per fare in modo che quest’ultimo vada ad occupare meno spazio di storage rispetto alle precedenti versioni.

Nel dettaglio, Microsoft ha spiegato che il tutto è dovuto al funzionamento del nuovo algoritmo di comprensione del file system che consente di risparmiare circa 1,5 GB di storage sulle macchine a 32-bit e 2,6 GB di storage sulle macchine a 64-bit. In fase di aggiornamento a Windows 10, infatti, il PC valuterà l’indice di prestazioni in base all’hardware e sceglierà, di conseguenza, quale fattore di compressione utilizzare evitando dunque di andare a gravare sulle performance complessive. Il meccanismo di comprensione in oggetto potrà inoltre essere sfruttato sugli smartphone basati su Windows 10.

Un altro valido sistema per evitare il consumo di spazio di archiviazione consiste poi in una migliore gestione degli strumenti per effettuare il ripristino del sistema operativo. Infatti, con Windows 10 non sarà più necessaria un’immagine di ripristino su disco il che permetterà di risparmiare da 4 GB a 12 GB di spazio.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]