Tra i produttori di display OLED flessibili spiccano sicuramente Samsung ed LG, forse tra i primi ad averli adottati direttamente su smartphone grazie a EDGE per Samsung e a G FLEX per LG. Come è facile immaginare, entrambi i produttori mirano ad aumentare la produzione di OLED flessibili nel futuro prossimo, realizzando numeri significativi entro il 2015. Grazie a ETNews scopriamo dettagli interessanti sui piani di produzione delle due aziende.

LG Display, abbreviato LGD, la divisione di LG che si occupa della produzione dei display, produce attualmente “plastic-based” Oled nelle sue fabbriche con una capacità mensile di 14,000 substrati, più del doppio rispetto alla produzione di inizio 2014. I piani della società prevedono un incremento produttivo, grazie alla costruzione di una ulteriore fabbrica,  con l’obiettivo di raggiungere i 15,000 substrati al mese.

LGD-flexible-18-OLED-2014-img_assist-400x311

Samsung Display, invece, si attesta su livelli produttivi più bassi. Parliamo infatti, grazie alle sue fabbriche, di 8000 substrati al mese; ETNews afferma che l’azienda coreana sta terminando i lavori di una nuova fabbrica che comincerà la produzione al più presto. Si parla infatti di obiettivi importanti: raggiungere i 15,000 substrati al mese, sia per stare al  passo con la concorrenza, sia per garantire un numero di pannelli sufficiente alla produzione di Galaxy S6 Edge prima e in futuro Galaxy Note 5 Edge. Staremo a vedere chi dei due guadagnerà lo scettro di maggior produttore mondiale, che la sfida abbia inizio!

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]