Se ne era cominciato a parlare nei giorni scorsi ma la conferma ufficiale è arrivata soltanto nel corso delle ultime ore. Le trattative tra Nokia e Alcatel-Lucent sono infatti sfociate in un vero e proprio accordo in base al quale è stato stabilito che la finlandese acquisisce l’azienda francese per una cifra pari a 15,6 miliardi di euro. L’operazione risulta di fondamentale importanza poiché con la concretizzazione della stessa andrà a crearsi il secondo più importante gruppo al mondo che opera nel settore delle reti di telefonia mobile. Lo scopo dell’acquisizione è infatti quello di potenziare Nokia Networks per affrontare al meglio competitor del calibro di Ericsson.

Stando a quanto reso noto la fusione avverrà mediante un’offerta pubblica di acquisto mentre la finalizzazione dell’accordo è stata fissata per la prima metà del 2016. Sino a tale termine l’accordo sarà però soggetto a tutta una serie di immancabili procedure di approvazione che non è escluso che possano comportare delle modifiche.

La nuova società sarà posizionata per creare le basi di una connettività senza soluzione di continuità per le persone e le cose ovunque si trovino. Questa base è essenziale per consentire un nuovo cambiamento tecnologico, che comprenderà l’Internet delle Cose e la transizione verso il cloud. La nuova società avrà una capacità di innovazione senza precedenti, con Bell Labs di Alcatel Lucent e FutureWorks di Nokia, e Nokia Technologies, che resterà un’unità separata con un chiaro focus sul rilascio delle licenze e lo sviluppo di nuove tecnologie.

Tutte le tecnologia sviluppate da Nokia sfruttando le nuove risorse ottenute con l’acquisizione avranno riflesso anche sull’utenza consumer. Infatti, tra i progetti futuri rientrano le reti 5G, il cloud e anche l’imaging.

Via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]

  • Dryblow

    Ma stiamo parlando della nokia che sviluppa here?

    • Martina Oliva

      Esattamente. Ma non dell’Alcatel che vende smartphone. 😉