Android M sembra aver portato in pista una piccola grande rivoluzione per il sistema operativo di Google. Tra le tante altre novità annunciate come la gestione dei permessi delle app o il riconoscimento delle impronte digitali come funzione nativa, ecco che altri due notevoli cambiamenti hanno preso la via dell’ufficialità.

Da una parte il fronte della memoria SD che finalmente verrà eletta quale archivio di massa predefinito per l’installazione di qualunque applicazione: ciò vuol dire che d’ora in avanti non avremo più alcun tipo di ostacolo nell’installazione di app sul nostro dispositivo né dovremo barcamenarci tra i problemi di scarsità di memoria disponibile! Tra qualche mese quindi, i telefoni che verranno o che quanto meno saranno aggiornati ad Android M non avranno più quest’annosa questione a farla da padrone: installare app su app sarà resa un’esperienza finalmente più serena e libera!

Ma non è mica finita qua, perchè anche l’OTG è stato ritoccato venendo eletto quale supporto nativo: spostare file dall’archivio interno a quello esterno (e viceversa) diverrà parte della più normale quotidianità. La compatibilità con qualsiasi archivio di massa opportunamente collegato al nostro device Android, in sostanza, sarà realtà.

via: evento live

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]