Ultimamente si è parlato di Samsung Galaxy Note 5 prevalentemente sotto l’aspetto commerciale (dal quale ne abbiamo tratto una probabile presentazione anticipata a metà Agosto), e sotto l’aspetto estetico (reso noto grazie alle prime cover che sono già state inserite nei canali di vendita online). Eppure le ultime novità tornano a parlare delle sue specifiche tecniche.

Attenendoci allo User Agent Profile dello smartphone, ad esempio, figura un cambiamento di rotta piuttosto importante: il Galaxy Note 5 potrebbe non avere 4GB di RAM come avevamo prospettato, ma invece fermarsi a “solo” 3GB. Una notizia niente affatto positiva per i molti utenti che speravano nel fatto che Note 5 divenisse un top di gamma a tutti gli effetti (e di conseguenza che lo facesse anche sotto il profilo della RAM).

Galaxy Note 5

Al tempo stesso però, spunta fuori una novità che va a riequilibrare la situazione: sempre Note 5, al contrario di quanto immaginato inizialmente, avrà lo slot microSD per l’espansione della memoria che ricordiamo parte da una base di 32GB.

Parliamo di due dettagli importantissimi che non mirano a caratterizzare solo il reparto memorie, ma che per forza di cose si rifletteranno immediatamente sulla portata commerciale del dispositivo: d’altra parte rappresenta forse un mistero il fatto che, oramai, in fase di acquisto gli utenti guardino con decisa priorità alla RAM e allo storage interno?

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]