Dopo la presentazione del Galaxy Note 5 e di Galaxy S6 Edge Plus, per forza di cose Samsung è finita sotto la lente di ingrandimento mediatica. Ma l’azienda coreana sta facendo parlare di sé anche per un’altra buona ragione che stavolta esula dal discorso smartphone: voci di corridoio asseriscono infatti che Samsung, proprio come Google e Facebook, abbia intenzione di fare la sua parte per quanto concerne il progetto della diffusione di Internet nei luoghi più remoti del pianeta.

A rivelarlo è una testata giornalistica secondo la quale Samsung R&D, per mano del suo leader Farooq Khan, avrebbe richiesto la messa in opera di micro satelliti posti a 2000 chilometri di altezza. Satelliti che avrebbero appunto il compito di fornire una connessione Internet a tutto il mondo.

Il progetto è senza alcun dubbio di enorme portata: il progetto messo nero su bianco da Khan parla di 4.600 satelliti distribuiti in maniera ottimale (così da garantire una copertura realmente totale) dai quali dovrebbe pervenire una capacità di gestione del traffico per un massimo di 1 zettabyte al mese. Tutto sta ora nel vedere come questa enorme idea possa essere attuata nella realtà pratica dei fatti e come riuscirà ad interagire con le frequenze comunemente utilizzate dai vari gestori telefonici.

In ogni caso si parla di un progetto che non vedrà la luce della messa in pratica prima dell’anno 2028. In questa direzione, dunque, Samsung verrà di fatto anticipata da Google e Facebook.

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]