Le 13 milioni di unità vendute nel primo weekend di disponibilità avevano lasciato ben sperare circa le performance di iPhone 6S, ma secondo ultime ricerche messe a punto da varie realtà di analisi, le cose non starebbero andando poi così a gonfie vele.

La Pacific Crest Securities afferma che Apple avrebbe ridotto del 15% gli ordinativi e che sarebbe ricorsa a questo cambio di passo per via di un calo delle vendite registrato nelle settimane immediatamente successive al lancio.

Le stime iniziali parlavano di un iPhone 6S pronto a vendere tra i 75 e gli 80 milioni di pezzi entro la fine dell’anno, ma recentemente la Mela avrebbe rivisto le sue previsioni stimando le unità vendute in un più realistico quantitativo di 67 milioni di esemplari.

E se analisti e Apple stessa stanno rivedendo le stime che erano state messe a punto sul nuovo arrivato, c’è chi come Morgan Stanley si pone come una voce fuori dal coro: secondo questa società di ricerche, le spedizioni di Apple riusciranno a riprendere segno più già nel corso del 2016, con un aumento del 7% rispetto all’anno fiscale precedente.

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]