Ho sostenuto più volte (qui e qui) che il nuovo capitolo open-world di “The Legend of Zelda”sia destinato ormai al Nintendo NX e non più allo Wii U. O almeno, non più al solo Wii U. Il titolo, rinviato prima dal 2015 al 2016 e ormai indicato come in uscita “in data ancora da definire” (“TBD”), è un po’ scomparso dagli annunci ufficiali e dopo la presentazione all’E3 del 2014 non se ne è saputo quasi più nulla. In una intervista a IGN, però, il producer Eiji Anouma ha deciso di dare qualche nuovo dettaglio e di provare a spiegare la sua visione di “open-world”.

“Abbiamo in realtà avuto un po’ di reazioni a Skyward Sword e la gente ci stava dicendo “questo non è esattamente il gioco di Zelda che stavo cercando, io volevo un mondo aperto e più grande.” (Tra parentesi, è una reazione che comprendo molto bene e che condivido.) “Sfortunatamente non posso dire di più ma spero di riuscire a sorprendere, a inserire un qualcosa di inaspettato nella mia visione di cosa sia un videogioco open-world. E spero che non vediate l’ora di scoprirlo.”

“Ma se semplicemente prendessimo le reazioni dei videogiocatori e le mettessimo direttamente nel gioco non ci sarebbe un elemento di sorpresa” continua Anouma. “Se c’è un commento ricorrente e i fan chiedono che sia inserito un certo elemento io penso “Perché non interpretare questo elemento in un modo diverso da quello che loro si aspetterebbero?” E così noi inseriamo nuovi elementi in un gioco di Zelda. Voglio sempre implementare qualcosa di nuovo e sorprendente in ogni nuovo gioco.”

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]