Secondo ultime indiscrezioni il prossimo Xiaomi Mi5, top di gamma che con ogni probabilità dovremmo vedere solo nella primavera del 2016, sarà il primo smartphone ad utilizzare la tecnologia Sense ID 3D Fingerprint. Che detta in altre parole equivale a dire “sensore di impronte digitali con tecnologia 3D”.

Ma di cosa si tratta? Questa tecnologia poggia su una cosiddetta “scansione ultrasonica” (peraltro supportata dallo Snapdragon 820 di Qualcomm) che da una parte migliora notevolmente il riconoscimento dell’impronta, e che dall’altra elimina persino la necessità che vi sia un sensore capacitivo apposito per effettuare il riconoscimento. La peculiarità di un sensore ad ultrasuoni, infatti, sta proprio nel riconoscere le impronte digitali anche attraverso i materiali più variegati come possono essere il vetro, il metallo o la plastica.

Questa tecnologia potrebbe fare gola a molti, ma soprattutto darà vita a un primato destinato a fare invidia ai concorrenti più storici dell’azienda. D’altra parte Xiaomi Mi5 potrebbe esser questo, ma anche altro: al di là di un pur rispettabilissimo sensore ad ultrasuoni, al suo interno figurerebbero caratteristiche quali un display 5.2″ QHD con vetro 2.5D, 4GB di RAM, 16 o 64GB di memoria, batteria da 3.000 mAh con Q Charge e fotocamera posteriore da 20.7 megapixel.

via

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]