Con una mossa a sorpresa Activision Blizzard realizza la più importante acquisizione dell’anno e compra King Digital Entertainment, autori di “Candy Crush Saga”, per la cifra di 5,9 miliardi di dollari. Il CEO di Activision Blizzard, Bobby Kotick, afferma nel comunicato stampa che “il combinarsi dei profitti delle due compagnie assicura la nostra posizione come la più grande e proficua compagnia indipendente nel mondo dell’intrattenimento. Con una rete complessiva di più di mezzo miliardo di utenti attivi ogni mese, la nostra capacità di raggiungere pubblico in tutto il mondo su ogni piattaforma ci permetterà di far arrivare grandi giochi a un pubblico anche maggiore di prima.

“Activision Blizzard è convinta che l’acquisizione delle attività di King, perfettamente complementari alle nostre, posizionerà Activision Blizzard come leader globale su piattaforme mobili, console e PC, a permetterà alla compagnia una ulteriore crescita futura.” Activision Blizzard aggiunge che ora la compagnia possiede due dei cinque più proficui giochi sul mercato mobile americano (“Candy Crush Saga” e “Candy Crash Soda Saga”), la serie di maggior successo su console (“Call of Duty”) e il più popolare videogioco per PC (“World of Warcraft”). Che non mi sembra più tanto popolare a dire il vero: è appena giunta la notizia che è sceso a 5,5 milioni di utenti. King promette una rete di 330 milioni utenti unici ed è previsto che con questo accordo Activision Blizzard aumenti del 30% i profitti attesi nel 2016.  L’acquisto sarà completato nella primavera del 2016 dopo una serie di verifiche da parte di organi di garanzia e azionisti di King, che resterà comunque indipendente e manterrà il suo organico.

Ma la acquisizione porterà unicamente a sommare i portfolio delle due aziende, o creerà una importante sinergia tra i diversi marchi? Con un prezzo di 5,9 miliardi di dollari questo è uno degli acquisti maggiori della storia dell’intrattenimento: Marvel è stata comprata da Disney per 4,2 miliardi, Lucasfilm è stata comprata… sempre da Disney per 4,1 miliardi, Metro-Goldwyn-Mayer è stata comprata da Sony per meno di 5 miliardi. Certo, siamo sotto i 7,4 miliardi pagati da… ancora Disney per Pixar, ma con le sue acquisizioni la casa che fu di Walt Disney ha creato importanti effetti sinergici. Uno più uno faceva tre. Dove potranno incontrarsi i marchi creati da Activision, Blizzard e King?

L’intento di Activision Blizzard potrebbe essere solo quello di entrare, velocemente e con forza, nel mercato mobile (da cui per ora non proviene neanche il 10% dei profitti), e quindi l’acquisizione sarebbe solo una mossa un po’ disperata. Oppure potrebbe esserci altro: per esempio il crescente impegno di Activision Blizzard negli eSport potrebbe avvalersi delle competenze di King sui dispositivi mobili e pare che Activision Blizzard sia interessata ad applicare il modello economico dei giochi su dispositivi mobili sui suoi marchi. Avremo “Diablo” free to play, ma dovremo pagare per aprire gli scrigni? King, da parte sua, è in lenta ma inevitabile decadenza dopo che il successo di “Candy Crush Saga” non è stato replicato da nessuno degli altri suoi giochi, e ha trovato nella acquisizione un modo per non temere il declino.

 

ATTENZIONE - STAI CERCANDO UN BELLISSIMO REGALO DI NATALE? NON PERDERTI LE INCREDIBILI OFFERTE PROPOSTE DA AMAZON!!! SCOPRILE IMMEDIATAMENTE!!! [CLICCA QUI]